Per stabilire eventuali responsabilità

Genova, crollo ponte: il governo chiede alla Corte dei Conti di giudicare le concessioni

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

La sede della Corte dei Conti, a Roma

ROMA – Il governo Lega-M5S chiede alla Corte dei Conti se ci sono stati danni contabili, accreditabili ai precedenti governi (soprattutto quelli guidati da Monti, Renzi e Gentiloni) in relazione ai contratti concessione. In una nota si legge che «il governo dovrà valutare, per quanto di competenza, la regolarità delle procedure che hanno condotto alla stipula dei contratti concessori e se i contenuti di questi ultimi non configurino responsabilità soprattutto da un punto di vista contabile in capo ai soggetti che li hanno stipulati, sottoponendo al giudizio della Corte dei Conti tutti gli atti utili per tale accertamento». Si legge nella risoluzione di M5S e Lega sulle comunicazioni del governo sul crollo del ponte Morandi.

Il governo dovrà, quindi, «potenziare le funzioni pubbliche di vigilanza delle Infrastrutture stradali, aumentando le risorse riferibili al funzionamento della struttura di vigilanza
sulle concessionarie autostradali».

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: