Il politico lussemburghese insiste

Migranti: continua la lite Asselbom – Salvini, il lussemburghese dà del fascista al ministro

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Un fermo immagine tratto dalla pagina Facebook di Matteo Salvini 

ROMA  – Nuova puntata del diverbio tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il collega Lussemburghese Jean Asselborn. Dopo la lite postata su Fb da Salvini, Asselborn torna sulla vicendae ventila oltretutto l’ipotesi di essere stato vittima di una ‘imboscata’. «Salvini – dice allo Spiegel – usa metodi e toni dei fascisti degli anni Trenta». Secondo Asselborn, «si è trattato di una provocazione calcolata. Il video – dice al portale online del settimanale tedesco – è stato fatto a sua insaputa». Se vengono ripresi incontri di ministri Ue oppure addirittura di capi di governo e di stato, «allora non ci potrà mai più essere un dibattito franco», aggiunge.

Pronta la replica del vicepremier Matteo Salvini: «Il ministro socialista del paradiso fiscale Lussemburgo – attacca – dopo aver paragonato i nostri nonni emigranti italiani ai clandestini che sbarcano oggi, dopo aver interrotto un mio discorso urlando ‘merda’, oggi mi dà del ‘fascista’. Ma dico io, che problemi hanno in Lussemburgo?!? Nessun fascismo, solo rispetto delle regole. Se gli piacciono tanto gli immigrati che li accolga tutti in Lussemburgo, in Italia ne abbiamo già accolti anche troppi. Buona domenica a tutti, cin cin».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.