L'annuncio dell'assessore Saccardi

Sanità Toscana: 7,8 milioni per l’ospedale di Figline. Ma il comune attacca l’Asl

di Gilda Giusti - - Cronaca, Economia, Politica

Ospedale Serristori a Figline Valdarno

Ospedale Serristori a Figline Valdarno

FIRENZE – Alcuni anni fa paventavano addirittura la chiusura dell’ospedale Serristori di Figline, che in realtà è un preziosissimo presidio per una vasta fetta del territorio valdarnese. Oggi, 28 settembre, arriva la notizia di investimenti per 7,8 milioni di euro che l’Asl Toscana Centro stanzierà nel 2019 per l’ospedale, dove sono previste nuove assunzioni e un incremento delle attività. «E’ nostra intenzione continuare a investire sul Serristori – ha affermato oggi, nel corso di una visita alla struttura, l’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi -, un ospedale che sta crescendo e che garantisce un contributo importante all’intera azienda Usl Toscana centro».

Tra le priorità per i prossimi mesi, ha detto Saccardi, l’impegno a collocare entro novembre la continuità assistenziale e il medico del 118 all’interno del pronto soccorso, il completamento – previsto per fine anno – dei lavori di risistemazione del consultorio, propedeutici alla realizzazione dei nuovi ambulatori odontoiatrico e cardiologico. Entro la prossima primavera saranno inaugurati il nuovo bar e il punto ristoro e tinteggiate la facciate. Secondo quanto spiegato dall’Asl in una nota, nell’ultimo periodo il Serristori ha garantito «un turn over al cento per cento degli infermieri». Sono inoltre stati assunti tre internisti, e, dalla prossima settimana, un nuovo anestesista per il reparto di rianimazione. Incrementata anche l’attività dell’ospedale, dove rispetto al primo semestre del 2017 gli interventi chirurgici sono stati 100 in più. «Questi numeri – ha detto ancora Saccardi – sono espressione della capacità organizzativa di un dipartimento ce ha saputo dare una vocazione più forte anche a un piccolo ospedale come il Serristori».

«Dal nuovo cronoprogramma presentato dall’Asl vediamo che il progettone per il rilancio del Serristori è, in modo ingiustificato, ancora distante dall’essere realizzato e questo ci preoccupa e ci amareggia perché lo rincorriamo dall’ottobre 2014, quando fu illustrato per la prima volta». Questo il commento della sindaca di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, e dell’assessore Ottavia Meazzini. »In questi 4 anni – aggiungono – sono stati eseguiti piccoli interventi, altri sono in programma per i prossimi mesi: tutti lavori che da una parte dimostrano segnali di attenzione sul presidio, ma che dall’altra non evitano di mostrare al cittadino un ospedale poco accogliente, spesso trascurato. Ringraziamo
l’assessore Saccardi per la sua presenza e per non essersi mai nascosta rispetto ai problemi del Serristori. Proprio per questo suo impegno chiediamo che intervenga con più incisività nei confronti dell’Asl, ottenendo la garanzia che i lavori di riqualificazione partiranno presto. Agli sforzi strutturali  vanno anche aggiunti quelli relativi ai servizi sanitari e in
questo caso notiamo comunque segnali positivi: 3 medici di medicina interna sono già arrivati, 3 oss e 3 infermieri arriveranno lunedì, 1 nuovo anestesista è in arrivo da mercoledì. Dati incoraggianti, a dimostrazione della vivacità di un ospedale che ha appena fatto registrare 100 interventi chirurgici in più rispetto al primo semestre 2017. Il nostro
riferimento sono i Patti territoriali del 2013 e da quanto scritto in quel documento siamo purtroppo ancora lontani».

Tag:, ,

Gilda Giusti

Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.