Firenze: sassi in strada dal tetto del sanatorio Banti. Denunciati quattro ragazzi

Firenze, interno dell’ex sanatorio Banti

FIRENZE – Dal tetto del Banti, l’ex sanatorio di Pratolino, lanciavano sassi sulla strada per gioco al passaggio di auto e persone. I carabinieri hanno identificatp quattro minorenni, che poi sono stati denunciati. I militari della stazione dei carabinieri forestale di Ceppeto – Sesto Fiorentino, nel comune di Vaglia (Firenze), al termine di una rapida indagine hanno accertato che quattro minorenni sono saliti sul tetto dell’ex sanatorio Banti, struttura in stato di abbandono il cui accesso è vietato da cartelli e da rete metallica elettrosaldata, nella frazione di Pratolino, a Vaglia. Dal tetto i ragazzini hanno gettato pietre sulla strada mentre transitavano auto e persone e sul piazzale sottostante, creando grave pericolo per l’incolumità pubblica. Dopo averli avvistati in azione,i militari hanno rintracciato i minori mentre cercavano di allontanarsi velocemente dal retro dell’immobile e, dopo l’accompagnamento in caserma, li hanno identificati affidandoli successivamente ai genitori.

Si tratta di studenti di età compresa tra i 14 e i 17 anni, residenti nei comuni limitrofi, che, approfittando di uno sciopero scolastico, non hanno pensato di meglio prendendosi una denuncia per getto pericoloso di cose ai sensi dell’articolo 674 del Codice penale. Fortunatamente non ci sono stati danni a persone o cose. Dei fatti è stato informato il pubblico ministero presso il Tribunale dei Minori di Firenze. Sul posto è intervenuta a supporto anche una pattuglia dei carabinieri della stazione di Sesto Fiorentino.

Banti, carabinieri forestali, denuncia, Pratolino, sassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080