Il testo pubblicato dalla ue

Reddito cittadinanza: andrà anche agli stranieri residenti da 5 anni, sconfessati Salvini e Di Maio

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Il ministro Luigi Di Maio

ROMA – Man mano che si esamina il testo del budgetary draft spedito a Bruxelles e pubblicato sul sito della Commissione, emergono dettagli che prima erano sconosciuti. Per esempio in merito al reddito di cittadinanza, una delle misure più indigeste da digerire per l’Ue.

L’assegno è previsto in settecentottanta euro che potranno salire se si hanno figli o parenti a carico: il nuovo reddito di cittadinanza giallo-verde prende forma e secondo quanto affermato ufficialmente dal governo sarà destinato a chi è «disoccupato o inoccupato» e ai pensionati, a patto che si risieda in Italia da almeno cinque anni.

Le risorse messe a disposizione sono pari nel 2019 a quasi 7 miliardi, a cui vanno aggiunti i circa 2,6 miliardi utilizzati per finanziare il reddito di inclusione, che viene cancellato, e il miliardo a disposizione dei centri per l’impiego. Per capire meglio la misura e le modalità con la quale verrà erogata occorrerà però attendere la presentazione della Legge di bilancio al Parlamento. Ecco i punti chiave.

ASSEGNO SALE SE SI HA FAMIGLIA
L’importo dell’assegno è confermato ed è pari a 780 euro al mese (poco più di 9mila euro l’anno) ma «salirà in base al numero dei componenti della famiglia».

ITALIANI SÌ, ITALIANI NO
Nelle scorse settimane si erano moltiplicati gli annunci dei vicepremier Luigi di Maio e Matteo Salvini, assicuravano che il reddito sarebbe andato solo agli italiani. Nel Draft budgetary plan inviato a Bruxelles viene però specificato che per usufruire dell’assegno basterà essere residenti in Italia da almeno 5 anni.

CENTRI IMPIEGO CONTRO ASSISTENZIALISMO
Il sostegno sarebbe garantito solo a patto di frequentare corsi di formazione e di prestare 8 ore a settimana di lavoro socialmente utile. Il reddito verrebbe meno dopo il rifiuto di tre offerte di lavoro, ma con una specifica «geografica»; l’obiettivo è non penalizzare chi non accetterà come prima offerta un’occupazione al di fuori della propria città o Regione.

PER LE PENSIONI, PENALIZZATO CHI HA CASA
L’aumento delle pensioni minime: stesso tetto del reddito di cittadinanza, vale a dire 780 euro. Ma – spiega il governo – ci sarà una «differenziazione tra chi è proprietario di un immobile e chi non lo è».

BANCOMAT E APP
L’assegno verrà caricato sul bancomat, con una sorta di monitoraggio degli acquisti.

VIA ENTRO PRIMAVERA
L’attivazione vera e propria della misura scatterà nei primi tre mesi del 2019.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.