Si potenzia il sistema di vigilanza

Firenze, videosorveglianza: accordo del Comune con la Guardia di Finanza

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Firenze sarà a breve la terza città italiana per numero di telecamere di sicurezza: alle 480 oggi in funzione se ne aggiungeranno altre 250 entro marzo, con l’obiettivo di portarle a breve a 800. Lo ha annunciato l’assessore comunale alla sicurezza Federico Gianassi, intervenendo oggi alla firma di una convenzione per l’uso delle immagini della rete di videosorveglianza comunale da parte del
comando provinciale della guardia di finanza. Con questa convenzione le centrali operative collegate con la rete sono ora 18 in tutta l’area fiorentina.
«Proseguiamo con l’implementazione della rete comunale – ha spiegato Gianassi – grazie ai fondi del Patto per Firenze siglato due anni fa dall’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi e dal sindaco Nardella, e continueremo con altri investimenti. Già oggi siamo la quarta città italiana per numero assoluto di telecamere e con queste nuove installazioni diventeremo la terza». Un intervento, ha aggiunto l’assessore, nell”interesse dei cittadini, che lo apprezzano, perché ci
consente ad avere più aree controllate e di fare prevenzione; nel caso questa non bastasse, possiamo aiutare la polizia giudiziaria e la procura ad individuare i responsabili di atti gravi, come è già succeso».

Con Gianassi, Filippo Cioni, della direzione servizi tecnici di Palazzo Vecchio, e il comandandante
provinciale della Guardia di Finanza, generale Benedetto Lipari. «Utilizzeremo il sistema per i nostri compiti specifici in ambito economico finanziario – ha spiegato il comandante – ma servirà anche a integrare il sistema di telecontrollo delle nostre pattuglie Grifo, indispensabile per poterle guidare e orientare dove serve, nel modo migliore».

Oltre alle telecamere impiantate dal Comune, nella zona di Piazza San Lorenzo, tutt’intorno alla Basilica, sono montate già da 10 giorni altre 5 telecamere – a cura dell’Opera Medicea Laurenziana con un generoso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio –  perfettamente funzionanti, che aspettano solo l’intervento del Comune per il collegamento al sistema comunale e alla sala operativa dei Vigili Urbani. In questo modo si completerebbe il sistema di sorveglianza di una zona molto sensibile della città, nella quale esistono non molte telecamere pubbliche. Proprio per questo l’Opera Medicea Laurenziana ha presentato e sta realizzando un ampio progetto di potenziamento di telecamere e sistema di videosorveglianza esterno e interno al complesso, per contribuire al sistema cittadino già esistente e dare un segnale di attenzione alla popolazione del quartiere mediceo laurenziano. 

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: