Skip to main content

Firenze, Sollicciano: violenta rissa fra detenuti albanesi e romeni

FIRENZE – E’ successo nella tarda mattinata di oggi, martedì 20 novembre: una violenta rissa tra albanesi e romeni è scoppiata nel carcere di Sollicciano. Secondo il sindacato Osapp, che rende noto l’episodio, il motivo scatenante va ricercato nel tentativo di contendersi il territorio all’interno del penitenziario. L’intervento del personale di polizia ha evitato che la situazione degenerasse e adesso si attendono i provvedimenti che l’amministrazione dovrà prendere verso i responsabili dei disordini ed un segnale di riconoscimento per il personale intervenuto.

Il segretario generale dell’Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria, Leo Beneduci, afferma: «In questo periodo stiamo constatando che le carceri sono diventate terra di nessuno, in cui le regole della civile convivenza e del rispetto dell’ordine e della
sicurezza hanno ceduto il passo ad un evanescente buonismo in cui la sorveglianza dinamica si è concretizzata in una sequela
di aggressioni, risse e rivolte. Il prezzo più alto – continua – è pagato dagli agenti di polizia penitenziaria, la cui attenzione delle Direzioni e del Dipartimento è per l’applicazione delle sanzioni disciplinari a loro carico». L’Osapp chiede di nuovo una commissione di inchiesta che permetterebbe di fare luce su un sistema, quello penitenziario, le cui criticità sono la costante gestionale del disastro denunciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741