Le interviste di Fiorentina-Juventus

Pioli: «Troppi errori. Simeone? Un problema». Allegri: «Missione compiuta».

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Stefano Pioli

FIRENZE – Un’ora e un quarto dopo la fine della partita, un gruppo tifosi viola, fuori dallo stadio, intona il coro: «Della Vale vattene, oeo…». Il patron, Andrea Della Valle, dopo aver condannato le scritte contro Scirea e i morti dell’Heysel sintetizza così la sconfitta: «La squadra era partita bene, ma poi ha sbagliato troppo. E quando sbagli contro la Juventus vieni  subito punito severamente. Nel secondo tempo abbiamo avuto alcune occasioni. Nel secondo tempo avremmo potuto anche pareggiare, ma non siamo riusciti a concretizzare.  Ora dobbiamo pensare alla prossima partita…». Ma i tifosi della Fiorentina non ci stanno. Vogliono certezze. Soprattutto sono ansiosi di sapere quali sono i programmi della società. Che ad oggi nessuno conosce.

In sala stampa, Stefano Pioli è rammaricato: si era raccomandato ai giocatori di non commettere errori. Dice: «La Juve è la Juve, ma noi non possiamo sbagliare tanto sotto porta. Ci siamo lasciati sorprendere ingenuamente dal gol di Bentancur e abbiamo continuano a sbagliare. Simeone? Ha avuto un paio di occasioni ottime. Il problema del gol ci sta accompagnano da troppe domeniche. Alla Juve non si possono regalare errori così». La panchina di Pioli è a rischio? Per ora nessuno ne parla, ma la partita di domenicaprossima a Reggio Emilia, contro il Sassuolo, potrebbe nascondere insidie. Dopo 5 pareggi e una sconfitta pesante la squadra deve reagire. Altrimenti occorre uno scossone.

Soddisfatto, invece, Massimiliano Allegri. Per lui è stata una missione compiuta senza rischi e senza complicazioni. Spiega:  «Non era facile giocare contro  questa squadra, in questo ambiente, ma siamo riusciti a sbloccare la partita e nel primo tempo praticamente non abbiamo corso rischi. Cuadrado mezzala? In futuro può essere una soluzione. Questa è una squadra di grande temperamento e di grande intesa: per ottenere gli obiettivi bisogna avere la capacità e l’umiltà di mettersi al livello degli avversari».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Commenti (1)

  • PIERLUIGI

    |

    Nemmeno ai tornei aziendali di 60 anni fa………

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.