Nuova condanna via Twitter del sindaco Nardella

Firenze, scritte choc anti Juve: non erano vecchie. La Digos acquisisce i video

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Le scritte choc prima di Fiorentina-Juve

FIRENZE – Non erano vecchie le scritte choc vergate contro Scirea e le vittime dell’Heysel. La Digos ha acquisito le immagini e ora indaga per risalire ai responsabili del messaggio choc tracciato con lo spray contro lo storico capitano bianconero Gaetano Scirea e le vittime dell’Heysel, apparso a qualche centinaio di metri dallo stadio Franchi, fuori dalla zona di prefiltraggio dei tifosi, prima della partita di Fiorentina-Juventus. La Digos di Firenze ha acquisito i filmati delle telecamere per risalire agli autori. In un primo momento si era pensato che la vergognosa scritta fosse vecchia e riportata all’attenzione dalle immagini messe in circolo via web e sui social in concomitanza con la sfida, da sempre accesa, fra viola e
bianconeri. Il fatto che le forze dell’ordine già ieri abbiano avviato un’indagine ha confermato invece il contrario, come pure il Comune che, insieme alla Fiorentina, ha attivato immediatamente una squadra di pronto intervento per rimuovere in pochi minuti la scritta «opera di qualche idiota che non rappresenta il vero cuore di Firenze» ha rimarcato via Twitter il sindaco Nardella.

La stessa società viola ha subito preso le distanze con fermezza l’episodio, dal presidente onorario Andrea Della Valle («Come società condanniamo con forza il contenuto di queste scritte ingiuriose e irrispettose verso l’ex capitano della Juventus Gaetano Scirea e delle vittime dell’Heysel») all’allenatore Stefano Pioli che proprio nel 1985 giocava nella
squadra bianconera. All’interno del clan viola si respiravano ancora rabbia e amarezza, insieme però alla convinzione che un solo gesto, per quanto vergognoso, non deve macchiare una società e una città intere. Resta l’amaro in bocca per tutto il calcio italiano. «E’ una deriva verso il baratro che si percepisce anche da molto lontano..», il messaggio dell’ex
juventino Marchisio, ora a San Pietroburgo.

Tag:, , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.