I lusitani passano ai quarti

Champions: Roma beffata dal Var nei supplementari ed eliminata dal Porto (3-1)

di Paulo Soares - - Cronaca, Sport, Top News

OPORTO – La beffa del Var al 117′ di gioco, ossia a soli tre minuti dalla fine dei supplementari sul 2-1 per i padroni di casa: rigore a favore dei lusitani. Florenzi tira la maglietta di Fernando in area e l’arbitro Cakir prima va a rivedere l’azione al monitor, poi assegna il rigore decisivo. Roma beffata, dunque. Il Porto segna con Telles su calcio di rigore il 3-1 che lo qualifica ai quarti di finale. Dubbia anche la posizione di fuorigioco di Fernando, ma l’arbitro Cakir concede il penalty che condanna la Roma. A tempo scaduto c’è un contatto in area su Schick, ma questa volta l’arbitro non va nemmeno a rivedere l’azione. I tempi regolamentari si erano chiusi sul 2-1 per i lusitani, stesso risultato dell’Olimpico grazie ai gol di Tiquinho Soares al 26′, di Daniele De Rossi al 37′ e di Moussa Marega al 52′.

La Roma tiene sul Porto e cresce nei supplementari, sfiorando il gol con Dzeko, ma alla fine viene penalizzata dalle decisioni del direttore di gara. Sconfitta che esclude i giallorossi dalla Champions e mette ancora più in bilico la posizione di Eusebio Di Francesco. Il tecnico giallorosso, deluso dalla prestazione nel derby, aveva cambiato l’assetto della squadra partendo con il 3-4-3 con Marcano e il rientrante Manolas in difesa, Karsdorp e Nzonzi a centrocampo e Perotti riproposto in attacco ed escludendo Florenzi, Fazio (piccolo problema muscolare), Cristante, Pellegrini ed El Shaarawy.

Il Porto va subito forte e già al 3′ su angolo da sinistra, allontanato di testa da Nzonzi, prova il destro al volo da fuori Corona con la palla che termina oltre la traversa. La Roma risponde con Perotti che lancia in area Dzeko, anticipato in extremis da Felipe. La pressione dei portoghesi è costante e al 10′ tiro dal limite di Corona, respinto da Manolas, palla a Telles il cui sinistro termina sull’esterno della rete, poco dopo ancora i padroni di casa pericolosi su una corta respinta della difesa giallorossa ma il tiro di Corona termina alto. I lusitani arrivano al gol poco dopo. Al 27′ Manolas perde male palla sulla trequarti, il Porto parte in contropiede, Corona lancia in area sulla sinistra Marega che centra basso per Tiquinho Soares che insacca da due passi. La Roma reagisce e dopo tre minuti sugli sviluppi di un angolo Perotti centra per Dzeko il cui destro al volo in diagonale è alzato in angolo con la schiena da Tiquinho Soares. La squadra di Di Francesco pareggia al 37′. De Rossi recupera palla e Perotti si infila in area e viene atterrato da Militao. Sul dischetto il capitano non sbaglia e spiazza Casillas. Nel finale di primo tempo prova il destro dal limite Herrera ma Olsen vola sulla sinistra e devia in angolo. Nel recupero problema per De Rossi, al polpaccio destro, e sostituzione, entra Lorenzo Pellegrini.

Il Porto riparte ad inizio ripresa a tutto gas: cross dalla destra di Militato per Tiquinho Soares che schiaccia il pallone a terra di testa e lo manda oltre la traversa. Un minuto dopo cross dalla destra del solito giocatore per Marega che controlla e prova il destro in diagonale, ma Olsen in tuffo mette in angolo con la punta delle dita. La Roma soffre e il Porto cresce. Al 52′ la squadra di Conceicao torna in vantaggio: ancora un cross dalla sinistra di Corona per Marega che, sfuggito alla marcatura di Marcano, insacca con l’interno destro al volo da due passi. Di Francesco cambia ancora, esce Karsdorp, apparso visibilmente stanco, ed entra Florenzi. La Roma prova ad alleggerire la pressione ma la velocità dei lusitani mette spesso in difficoltà i giallorossi. Al 66′ sull’angolo dalla destra di Telles svetta Felipe, colpo di testa schiacciato a terra che sorvola di poco la traversa. Poco dopo ancora Porto pericoloso con Otavio che serve Brahimi, girata immediata che Olsen respinge con i piedi. La Roma risponde all’82, con Perotti che recupera palla in area su un errore in disimpegno di Pepe e prova il destro a giro, con palla che termina al lato ma Zaniolo era liberissimo per ricevere davanti la porta. La Roma tiene nel finale e si va ai tempi supplementari.

Al 94′ cross basso dalla sinistra di Telles con Marega che prova la girata con la palla che termina di un soffio oltre la traversa. Al 95′ si fa male Pellegrini e la Roma effettua il quarto cambio, possibile nei supplementari per il nuovo regolamento, con Di Francesco che inserisce Schick. Squadre molto lunghe con vari capovolgimenti di fronte ma nessun’altra vera occasione da gol.  Al 108′ Dzeko ci prova di testa su angolo di Kolarov ma la palla termina di poco al lato. Al 110′ ancora Roma in avanti con Perotti che serve ancora il bosniaco che rientra e con il destro spedisce alto sopra la traversa da buona posizione. Il numero 9 vicinissimo ancor al gol ma lo scavetto supera Casillas ma Pepe salva prima della linea. Al 117′ il Porto segna con Telles su calcio di rigore il 3-1 che lo qualifica ai quarti di finale di Champions League per una tirata di maglia di Florenzi su Fernando su una palla sulla quale non sarebbe potuto arrivare. Dubbia anche la posizione di fuorigioco di Fernando ma l’arbitro Cakir concede il penalty che condanna la Roma. A tempo
scaduto contatto in area su Schick ma questa volta l’arbitro non concede il rigore. Assalto finale della Roma, ma non c’è più tempo.

Tabellino

Porto (4-4-2): Casillas, Militao (14′ pts Maxi Pereira), Felipe, Pepe, Alex Telles, Otavio (4′ pts Hernani), Herrera, Danilo, Corona (24′ st Brahimi), Marega, Tiquinho Soares (33′ st Fernando). (26 Vana Alves, 2 Maxi Pereira, 10 Oliver Torres, 20 Adrian Lopez). All.: Sergio Conceicao

Roma (3-4-3): Olsen, Juan Jesùs, Manolas, Marcano (31′ stCristante), Karsdorp (10′ st Florenzi), Nzonzi, De Rossi (49′ pt Pellegrini, 6′ pts Schick), Kolarov, Zaniolo, Dzeko, Perotti.(83 Mirante, 18 Santon, 4 Cristante, 92 El Shaarawy). All.: Di Francesco.

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: nel pt 26′ Tiquinho Soares, 37′ De Rossi (rigore); nel st 8′ Marega; nel sts 11′ Alex Telles (rigore)

Angoli: 10-8 per il Porto

Recupero: 4′ e 3′; 1′ e 3′

Ammoniti: Zaniolo, Herrera, Karsdorp, Pellegrini, Florenzi per gioco scorretto, Danilo per proteste, Pepe e Dzeko per reciproche scorrettezze, Alex Telles per comportamento antiregolamentare.

Spettatori: 50.000

Tag:, , , , ,

Paulo Soares

Paulo Soares

redazione@firenzepost.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: