Cosa fare di giorno e di sera

Week end 16-17 marzo a Firenze e in Toscana: spettacoli, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

FIRENZE

Pinocchio al Goldoni – Sabato 16 alle 20 e domenica 17 alle 16.30 al Teatro Goldoni (via Santa Maria 15) va in scena una nuova lettura di «Pinocchio»: il celeberrimo burattino sarà coinvolto senza tregua in viaggi fantastici e perigliosi, alla scoperta delle sensazioni, degli affetti, della giustizia, dell’incerto, dell’amicizia, del tradimento, del divertimento, delle lacrime, della povertà, dell’onestà. Lo spettacolo si avvarrà di diversi linguaggi teatrali contemporanei: danza, parola, video, musica, si equilibreranno nella messa in scena portando gli spettatori in un mondo coinvolgente e magico. Produzione COB/Compagnia Opus Ballet e Giardino Chiuso; coproduzione Fondazione Fabbrica Europa e Versiliadanza, in collaborazione con Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, con il sostegno di Mibac, Regione Toscana e con il supporto di NCA.Small Theatre, Yerevan (Armenia). Intero 17€ | ridotto 11€; info www.maggiofiorentino.it

Cous Cous Klan – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303, tel. 055/422.03.61), sabato 16 alle 21 ultima replica del «Cous Cous Klan» della Carrozzeria Orfeo, compagnia specializzata nel fotografare senza fronzoli e con occhio sempre lucido e divertito un’umanità socialmente instabile, carica di nevrosi e debolezze. Imperdibile. Testo di Gabriele Di Luca, che firma anche la regia con Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi. Sul palco Angela Ciaburri, Alessandro Federico, Pier Luigi Pasino, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti, Aleph Viola. Una micro comunità di senzatetto alloggia in due roulotte fatiscenti in un parcheggio abbandonato dietro ad un cimitero periferico (dalla violazione delle cui tombe trae sostentamento) … Lo stile “eccessivo”, trasformandosi in provocatorio realismo, suscita un divertimento vivissimo, ma non gratuito; un iperrealismo che non è poio tanto lontano dal reale. Ingresso intero € 16, ridotto € 14; www.toscanateatro.it

Testori alla Pergola – Sabato 9 alle 20.45 e domenica 10 alle 15.45 al Teatro della Pergola (Via della Pergola 18) ultime repliche di «I Promessi sposi alla prova» di Giovanni Testori: un’azione teatrale in due giornate in cui una compagnia di giovani attori, chiamati a rappresentare I Promessi sposi, dialogano sulle sue possibili interpretazioni sotto la guida di un maestro. Spettacolo diretto da Andrée Ruth Shammah e interpretato da Luca Lazzareschi e Laura Marinoni, con Filippo Lai – iNuovi, Laura Pasetti, Nina Pons, Sebastiano Spada – iNuovi e la partecipazione di Carlina Torta. Durata: 2h e 50’, intervallo compreso. Biglietti da 13 a 34 euro.

Amici della Musica – Sabato 16 alle 16 al Teatro della Pergola recital del pianista Alexander Lonquich; La prima parte del programma accosta diciotto brevissimi brani di compositori eterogenei che rivelano però somiglianze e affinità, dal settecentesco Carl Philipp Emanuel Bach al filosofo del ventesimo secolo Thedor Wiesengrund Adorno, dal serio Anton Bruckner a un amante della musica brasiliana come Darius Milhaud, dal romantico Robert Schumann all’ironico e graffiante Stravinskij di Circus Polka. Nella seconda parte le trentatré Variazioni in do maggiore su un valzer di Diabelli op. 120 di Ludwig van Beethoven. Ancora un grande del pianoforte domenica 17 alle 21, il canadese Marc-André Hamelin, con un programma che mette in dialogo, nella prima parte, il compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco con Robert Schumann e, nella seconda parte, le trascrizioni di Alexis Weissenberg di canzoni del cantautore Charles Trenet. In chiusura del concerto, un omaggio al romanticismo francese con Fauré e due lavori di Chopin. Lunedì 18 alle 21, al Saloncino della Pergola, cè il Meccore String Quartet, con i solisti Isabel Charisius e Valentin Erben; programma interamente dedicato a Čaijkovskij. Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Info www.amicimusicafirenze.it.

Teatro Puccini – Sabato 16 alle 21 al Teatro Puccini (via delle Cascine 41) Antonio Ornano in «Non c’è mai pace tra gli ulivi», di Antonio Ornano, Carlo Turati, Simone Repetto, Matteo Monforte, regia Davide Balbi. Si parla e si scherza su quanto sia faticoso lasciarsi sopraffare dalle nostre passioni, su quanto sia difficile far digerire il rock alla moglie, sulle difficoltà a rapportarsi col razzismo e il bullismo, qua do si è un comico padre di un bimbo biologico biondo platino e di una bimba di colore adottata in Etiopia; posto unico numerato € 22 + d.p.; circuito Box Office, on line su www.teatropuccini.it; info 055.362067, 055.210804. Sempre sabato 16 alle 21.30 nel ridotto replica-variazione di «All’alba perderò», divertente catalogo di sfigati sapienti artefici della propria scalogna messo in scena da Andrea Muzzi (nella foto).  Possibile “far serata” approfittando anche dell’Aperiteatro dalle 20 alle 21.30: buffet con i migliori prodotti della nostra regione, grazie a un accordo stretto fra alcune aziende top del settore e gli organizzatori della rasssegna. Biglietto intero 15€/ridotto 10€. Apericena 10€. Domenica 17 alle 16.45 nell’ambito della rassegna “Per grandi e Puccini”, andrà in scena Raperonzolo, uno spettacolo della compagnia Pupi di Stac. Età consigliata: 4-10 anni. Durata 55 minuti. Posto unico numerato € 8 + d.p.

Firenze Fantasy – Chi ama il fantasy non può saltare i tre giorni (15-17 marzo) di Firenze Fantasy con tanto di festa del St. Patrick’s day alla Fortezza da Basso. Sabato 16 Festa del Leprecauno; sul palco le Green Clouds, cinque fate della musica celtica con costumi fantasy e il volto celato da misteriose maschere. Fra gli ospiti della tre giorni, anche Christopher Lambert e Isaac Hempstead Wright dal ‘Trono di Spade’. Info: 055.49721 – www.firenzefantasy.com

Firenze Bio – Dal 15 al 17 marzo a Firenze si terrà Firenze Bio, mostra mercato dei prodotti biologici e biodinamici; gli esperti del settore e gli amanti della buona gastronomia potranno accedere alla Fortezza del Basso per cooking show e degustazioni ad ingresso gratuito.

Scienza e Musica – “Corde vibranti: macchine sonore e monocordi universali” è questo il titolo del primo appuntamento di Scienza e Musica, la rassegna che fa dialogare strumenti musicali e strumenti scientifici nelle sale del Museo Galileo (piazza dei Giudici 1; € 3,00 + biglietto ridotto di ingresso al museo € 6; prenotazione consigliata: tel. 055 265311). Tema del primo appuntamento previsto per domenica 17 alle 10.30 sarà la famiglia degli strumenti a corda e vedrà protagonista Massimo Coco con il suo violino. L’incontro sarà introdotto da Natacha Fabbri, dottore di ricerca in filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa, diplomata in pianoforte e collaboratrice del Museo Galileo.

Cango – Sabato 16 alle 21 a Cango, via S. Maria 25 Firenze, nell’ambito del Festival La democrazia del corpo 2019 la prima assoluta di «Ad unghia ad unghia», nuovo progetto di FOSCA in collaborazione con la poetessa Elisa Biagini. In scena tre donne non vedenti raccontano la percezione del mondo attraverso la lingua, parola che diventa portatrice di spazialità fisica, di dimensione tangibile. Le dita delle tre performer scorrono sui quaderni in braille, dita che sembrano scavare e intagliare un mistero. Biglietti 12€ intero, 10 € ridotto. Prenotazione consigliata. Info e prenotazioni: 055 2280525

Persiana Jones – All’Auditorium Flog W Live (Via M. Mercati 24/b) per “Saturday Rock Fever” sabato 16 (aperture 21.30, ingresso € 12, ridotto € 8 + dp in prevendita) ci sono i Persiana Jones  in concerto. Segue RockDance con LUCILLE dj.

Note a palazzo – Sabato 16 alle 18 appuntamento con la musica da camera a cura dell’orchestra la Filharmonie a Palazzo Capponi (Lungarno Guicciardini 1): “Quadri fiabeschi”, con Matteo Rocchi: viola e Ludovica Vincenti: pianoforte. Robert Schuman: Marchenbilder op.113 / Adagio e Allegro op.70; Johaness Brahms: Sonata op. 120 n.1; accompagnamento vini della tenuta di Castiglion del Bosco: 25 euro.

Careggi in Musica – Domenica 17 alle 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Firenze), si esibirà per la stagione “Careggi in Musica” un giovane talento del clarinetto, Andrea Caputo. Ormai da alcuni anni di stanza a Salisburgo, Andrea Caputo è il vincitore del “Premio Crescendo – sezione fiati, 2018. Ingresso libero.

Sofia – Allo Spazio Alfieri (via dell’Ulino) sabato 16 alle 21 «Sofia» di Meryem Benm’Barek, con Maha Alemi, Sarah Perles, Lubna Azabal, Faouzi Bensaïdi, Nadia Niazi, Hamza Khafif, genere: drammatico, produzione: Francia 2018, durata: 85 minuti. Introduce il film la regista Meryem Benm’Barek intervistata da Claudio Carabba.

Fierucolina di San Giuseppe – Domenica 17 in Piazza Santo Spirito c’è la Fierucolina di San Giuseppe e dei legnaioli.

Open day IED – Designer della luce, manager per l’ecommerce, esperti di marketing internazionale del vino, professionisti di video mapping e comunicazione online: sono alcuni dei possibili sbocchi dell’Istituto Europeo di Design. Sabato 16 dalle 10 alle 17 la sede di IED Firenze (via Bufalini 6r) apre le porte agli aspiranti iscritti con l’Open Day; laboratori di orientamento a ingresso libero (su prenotazione), colloqui motivazionali, info point e career desk, con la possibilità di confrontarsi direttamente con ex studenti IED. Tel. 055 29821.

Si fa di sabato – Sabato 16 alle 11.30 al cinema Stensen (viale Don Giovanni Minzoni, 25; ingresso libero) torna “Si fa di sabato”, organizzato da Controradio, «La felicità raccontata da Michele Serra intervistato da Paolo Hendel. Tra gli ospiti anche il Sindaco di Firenze Dario Nardella, lo scrittore Vanni Santoni e Alessandro Belli, il fiorentino che cha inventato la bicicletta più compatta, leggerà e trasportabile del mondo.

Tenax – Nuovo appuntamento con Nobody’s Perfect al Tenax (via Pratese 46). Sabato 16 arriva Bosconi Records l’etichetta Toscana con sede nei Bosconi a Fiesole. Ingresso 10 / 12 euro.

Mostre – Dipinti, sculture e disegni, per un totale di 120 opere provenienti da oltre 70 tra musei e collezioni private, per la prima mostra mai dedicata ad Andrea del Verrocchio, artista simbolo del Rinascimento e maestro di Leonardo, inserita tra gli eventi per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte del Genio di Vinci. È l’esposizione, a cura di Francesco Cagliotti e Andrea de Marchi, ospitata dal 9 marzo al 14 luglio a Palazzo Strozzi e che avrà anche due sezioni speciali al museo del Bargello. Tra le opere in mostra anche sette opere degli esordi di Leonardo. Alcune opere inamovibili sono nella Basilica di San Lorenzo a Firenze e sono oggetto del fuori mostra.

Nella mostra «Lessico femminile» a Palazzo Pitti 70 anni di emancipazione femminile tra Otto e Novecento, dalle lotte per il lavoro al Nobel per la Deledda. Una mostra dedicata all’impegno professionale e al talento delle donne in Italia, dall’iscrizione di alcune lavoratrici alla Fratellanza Artigiana nel 1861 al Nobel a Grazia Deledda nel 1926 per il romanzo Canne al Vento. La mostra, realizzata in collaborazione con Advancing Women Artists, si sviluppa scenograficamente attorno ad un nucleo centrale di opere di grandi dimensioni, così da far emergere le protagoniste femminili come sul palcoscenico di un teatro. Il percorso prosegue nelle collezioni della Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti – dove è custodita una delle più significative raccolte sul tema del lavoro delle donne nei campi fra Ottocento e Novecento – attraverso un fil rouge visuale con didascalie e focus, oltre a una proiezione multimediale dedicata alle donne nei loro ambienti di lavoro. Dal 7 marzo al 26 maggio.

A Santo Stefano al Ponte (piazza di Santo Stefano 5) dal 6 dicembre al 31 marzo diventa Cattedrale dell’immagine con l’inedito spettacolo multimediale immersivo dal titolo Van Gogh & i maledetti, realizzata da Crossmedia Group. Si tratta di un racconto digitale di 60 minuti, sviluppato per mezzo della multiproiezione a 360 gradi d’immagini ad altissima definizione e della diffusione in Dolby HD di un’avvincente colonna sonora originale. Tutti i giorni ore 10 – 19.30, chiusura biglietteria ore 18.30, biglietti 13 / 10 / 8 / 5 euro.

A Palazzo Pitti una mostra curata da Maria Matilde Simari e Alessandra Griffo celebra i Carnevali Barocchi, partendo dall’esposizione del Carro d’Oro di Paul Schor e altre tele. Resterà aperta fino al 5 maggio 2019.

Dopo le grandi retrospettive monografiche di John Currin e Glenn Brown, le sale del Museo Bardini di Firenze dal 26 gennaio al 25 marzo ospiteranno Senza Data, mostra personale di Luca Pignatelli (Milano, 1962) a cura di Sergio Risaliti. Promosso dal Comune di Firenze, organizzato da MUS.E e in collaborazione con la Galleria Poggiali di Firenze, l’evento avvia un nuovo ciclo di mostre concepite con la cura scientifica del Museo Novecento e realizzate al di fuori degli spazi museali di Piazza Santa Maria Novella.

Dal 6 marzo al 28 aprile 2019 l’Accademia delle Arti del Disegno presenta l’opera del pittore Andrey Esionov (Tashkent, 1963), grande acquarellista e maestro dell’arte figurativa russa contemporanea.  La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni”, realizzata con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana e concepita in collaborazione con l’Accademia Russa di Belle Arti, è curata dal critico Alexander Borovsky e sarà visitabile con ingresso gratuito nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli n.68. Da martedì a sabato: ore 10-13 e 17-19. Domenica: ore 10-13, lunedì chiuso. Ingresso libero.

Una ventina di dipinti di Giorgio Morandi sono in mostra dal 16 marzo al 27 giugno al Museo del Novecento (Piazza Santa Maria Novella, 10). Sergio Risaliti si è affiancato per l’occasione Cristina Bandera, direttore scientifico della Fondazione Roberto Longhi di Firenze, che presta non solo 5 dipinti e 3 disegni ma anche il filmato e l’originale manoscritto (Exit Morandi, che dà il titolo all’esposizione) con cui Longhi piangeva nel 1964 la scomparsa dell’artista. Altri 4 dipinti appartengono alla collezione Alberto Della Ragione, nucleo fondante del Museo Novecento. Fra questi un acquerello datato 11 aprile 1918 con una delle rare figure umane dipinte da Morandi. Molti dei dipinti esposti provengono dalle collezioni private di quattro fra i maggiori critici d’arte del Novecento: Longhi, Cesare Brandi, Francesco Arcangeli e Carlo Ludovico Ragghianti. Orario: tutti i giorni 11-19, giov 11-14

A PIA Palazzina Indiano Arte nel Parco delle Cascine, nuova programmazione di eventi per i mesi di febbraio, marzo e aprile 2019 a cura di Centro nazionale di produzione/Virgilio Sieni. Tutte le domeniche fino al 24 marzo h 10 Lezione sul gesto, h 11 Laboratorio azione coreografica. Alla Galleria Isolotto in piazza dei Tigli mostra fotografica Paesaggi Isolotto 1954 > 1975 a cura di Virgilio Sieni, in collaborazione con Mario Bencivenni e l’Archivio storico Torrini Fotogiornalismo.

In occasione del 75° anniversario della liberazione dall’occupazione tedesca, Fiesole celebra il suo Monumento ai Tre Carabinieri, l’imponente scultura in bronzo creata nel 1964 da Marcello Guasti per la nuova terrazza panoramica ideata da Giovanni Michelucci nel Parco della Rimembranza. L’opera, realizzata a vent’anni dall’eccidio, ricorda il sacrificio dei tre militari Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarretti, che avevano aiutato i partigiani impegnati contro le forze straniere e furono per questo trucidati dai nazisti il 12 agosto del 1944. Nella Sala Costantini, prima parte della mostra “Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il Monumento ai Tre Carabinieri”, intitolata “La genesi del Monumento: ‘Slancio verso l’infinito’”; dall’11 maggio nei suggestivi spazi del Museo Civico Archeologico, inaugurazione della seconda parte, “Guasti e gli artisti suoi contemporanei in dialogo con l’antico”. Entrambe le sedi resteranno aperte sino al 30 settembre 2019. La mostra è promossa dal Comune di Fiesole e dalla Fondazione Giovanni Michelucci.

Approda nel cuore della Toscana la mostra di Gianfranco Gobbini “Abissi di colore e omaggio allo zafferano di Città della Pieve”, visitabile dal 16 marzo al 1 Maggio negli spazi museali della Casa di Giotto in località Vespignano, Comune di Vicchio (Fi). Sede concessa dall’Amministrazione comunale, e gestita dell’Associazione Artistico – Culturale “dalle terre di Giotto e dell’Angelico”. Un progetto, quello di Gobbini, nato nel 2016 come mostra itinerante e finalizzato alla realizzazione della sua prima monografia, sposato dall’attuale sindaco di Vicchio, Roberto Izzo, come esperienza culturale di respiro contemporaneo.

La mostra immersiva Kandinsky Color Experience, allestita nelle strutture Liberty della Palazzina Terme Tamerici a Montecatini Terme, forte del successo di pubblico con oltre 20.000 presenze viene prorogata fino al 1 maggio. Sarà aperta dal venerdì alla domenica h. 9.00 alle h. 20.00. Info www.kandinskycolorexperience.it

L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento: è questo il titolo della mostra che la Fondazione Ragghianti ospita nella sua sede di Lucca, nel complesso monumentale di San Micheletto, dal 17 marzo al 2 giugno 2019.Info sul sito della Fondazione.

A Pontedere, Palazzo Pretorio (Piazza Curtatone e Montanara) mostra Orizzonti d’acqua tra Pittura e Arti Decorative. Galileo Chini e altri protagonisti del primo Novecento, curata da Filippo Bacci di Capaci e Maurizia Bonatti Bacchini e in corso sino al 28 aprile.

L’allestimento «Guerrieri, cavalli e centauri» di Paolo Staccioli, circa 50 opere, ospitato nei Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico resterà aperto al pubblico (ingresso 2 euro) fino al 23 aprile. Tutti i giorni in orario 10-18.

CAMPI BISENZIO (FI)

Un dramma moderno ai tempi dei social network. Sarà “Shakespeare in Facebook” un inedito intreccio tra le tragedie Shakespeariane più celebri quali Romeo e Giulietta e Otello, lo spettacolo che sabato 16 alle 21 andrà in scena presso il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante Alighieri, 23).  La rappresentazione, una produzione originale firmata Teatrodante Carlo Monni con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, è diretta adattata e diretta da Andrea Bruno Savelli (ingresso da 22€). Cosa sarebbe successo se Shakespeare avesse scritto oggi le sue opere raccontando la vicenda attraverso il mondo che conosciamo, con gli strumenti dei social network? Questo è l’interrogativo che il regista Andrea Bruno Savelli si pone mettendo in scena le relazioni sociali sotto la lente di ingrandimento di Facebook. Un’indagine sul cambiamento radicale che la piattaforma sociale ha apportato nelle nostre vite, modificandone gli equilibri.

SCANDICCI (FI)

In centro sabato e domenica c’è il Mercatino Regionale Francese.

SAN DONATO IN COLLINA (FI)

Fino al 19 marzo ogni fine settimana sagra delle frittelle.

MONTEFIORALLE (GREVE IN CHIANTI – FI)

Sabato 16 e domenica 17 nel borgo di Montefioralle c’è la 50a Sagra della frittella di san Giuseppe.

CERTALDO (FI)

Da sabato 16 a domenica 31 c’è la 26ª edizione della sagra del tartufo marzuolo organizzata dall’Associazione tartufai Colline Bassa Valdelsa: tre fine settimana per assaggiare piatti di cucina rigorosamente toscana, col tartufo ovviamente. Appuntamento presso i locali del Centro Polivalente Comunale ‘Antonino Caponnetto’ (Zona Piscine – Viale Matteotti) tutte le sere a cena dalle 20, il sabato e la domenica anche a pranzo dalle 12. Consigliata la prenotazione: 0571 668974 – 338 7415160.

PRATO

Dopo essere stata premiata lo scorso luglio con il Leone d’Argento per il Teatro alla Biennale di Venezia, la compagnia Anagoor presenta al Teatro Fabbricone da giovedì 12 a domenica 17 marzo ORESTEA/Agamennone, Schiavi, Conversio, una riduzione della trilogia eschilea, Agamennone, Coefore, Eumenidi coprodotta dal Teatro Metastasio di Prato insieme a Anagoor, Centrale Fies, TPE – Teatro Piemonte Europa e Teatro Stabile del Veneto (feriali ore 20.00, sabato ore 19.30, domenica ore 16.30). Un’immersione bruciante nella poesia e nel pensiero filosofico di Eschilo, un lavoro che, in un tempo in cui il discorso politico tende alla semplificazione e allo slogan, rinnova le domande sul senso della vita, della morte e della giustizia accompagnandoci al cospetto dell’antico attraverso lo sguardo vivo e vivificante del teatro. Info Teatro Metastasio – tel 0574 608501

Sabato 16 alle 17 al Teatro Fabbrichino la rassegna MET RAGAZZI ospita «Non ho l’età» della compagnia Riserva Canini, un lavoro sullo scorrere del tempo. Info Teatro Metastasio – tel 0574 608501

L’Associazione Culturale Microcosmo (Via Carraia, 25) domenica 17 alle 16 ricorda Bruno Ganz proiettando «Pane e tulipani».

CARMIGNANO (PO)

Sabato 16 alle 21.15 e domenica 17 alle 16.15 commedia in vernacolo al teatro del Circolo Parrocchiale di Comeana a Carmignano (Prato), in via Dante Alighieri 56. Intitolata “Giallo limone, thrilling fiorentino” e messa in scena dall’associazione culturale e teatrale Il Chiodo Fisso. Il ricavato dei biglietti andrà ad alcuni progetti di beneficenza a favore dei più piccoli. Info: 333.5245088.

CHIESANUOVA UZZANESE (PT)

Domenica 17 Sagra della frittella di riso: la distribuzione avviene fin dal mattino e prosegue nel corso della giornata. Molte le iniziative. Info: 0572.489083

LUCCA

Al Teatro del Giglio sabato 16 alle 20.30 e domenica 17 alle 16 va in scena «La bohème» di Puccini, ultimo titolo del cartellone operistico 2018-2019. Proposta al pubblico in tutta la freschezza giovanile di LTL Opera Studio, è frutto della coproduzione tra Teatro Goldoni di Livorno (capofila), Teatro del Giglio e Teatro Verdi di Pisa, e va in scena con allestimento, scene e costumi della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (nell’ambito del Progetto d’intesa “Opera nella Regione Toscana”). Sul podio dell’OGI Orchestra Giovanile Italiana c’è Gianna Fratta. Maria Bagalà (16) e Martina Gresia (17) interpreteranno Mimì, mentre ad Antonella Biondo (16) e Blerta Zhegu (17) è affidato il ruolo di Musetta; Francesco Fortes (16) e Rosolino Claudio Cardile (17) saranno il poeta Rodolfo, Francesco Solinas (16) e Jaime Eduardo Pialli (17) il pittore Marcello. Completano il cast Matteo Loi e Gangsoon Kim (Shaunard), Michele Gianquinto e Alessandro Yague (Colline); Massimo Froli e Francesco Fortes (Parpignol), Alessandro Ceccarini (Benoît e Alcindoro), Giorgio Marcello (Sergente dei doganieri) e Paolo Morelli (un doganiere). Il CLT Coro Lirico Toscano è preparato da Flavio Fiorini, il Coro Voci Bianche della Fondazione Teatro Goldoni da Laura Brioli. Sabato 16 alle 18, nel ridotto del Teatro del Giglio, presentazione dell’opera a cura di Enrico Girardi, critico musicale del «Corriere della Sera» (ingresso libero fino a esaurimento posti).

PONTEDERA (PI)

Al Teatro Era di Pontedera (Parco Jerzy Grotowski, via Indipendenza) sabato 16 alle 21 va in scena «Le relazioni pericolose», nuova elaborazione drammaturgica di Elena Bucci e Marco Sgrosso, artisti uniti da un lungo sodalizio nella compagnia teatrale Le Belle Bandiere. Lo spettacolo è tratto dall’omonimo romanzo epistolare di Pierre-François Choderlos de Laclos, autore settecentesco a suo tempo celebre per lo scandalo generato dalla pubblicazione di questo romanzo, oggi considerato un classico della letteratura  per le sue riflessioni argute e amare sulla natura dei rapporti di potere, sulla volontà di potenza che si rivela alla fine fallimentare, producendo morte e follia. In scena, Elena Bucci, Marco Sgrosso e Gaetano Colella in una produzione firmata CTB Centro Teatrale Bresciano con la collaborazione artistica Le Belle Bandiere.

A Palazzo Pretorio (Piazza Curtatone e Montanara) domenica 17 alle 16 l’Associazione LiberaEspressione proporrà il laboratorio artistico-espressivo per bambini e ragazzi Chi è Flora? Scopriamo le Tecniche Artistiche. Occasioni per visitare la mostra Orizzonti d’acqua tra Pittura e Arti Decorative. Galileo Chini e altri protagonisti del primo Novecento, curata da Filippo Bacci di Capaci e Maurizia Bonatti Bacchini e in corso sino al 28 aprile.

PISA

Al Teatro Verdi (via Palestro 40) sabato 16 alle 21 e domenica 17 alle 17 c’è «Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio», con Petra Magoni. Una coproduzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, Accademia Filarmonica Romana, Les nuits de Fourvière – Lione; produzione originale Accademia Filarmonica Romana, Les nuits de Fourvière – Lione 2017. Info www.teatrodipisa.pi.it

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.