Centrodestra trionfa in Basilicata. Bardi governatore. Centrosinistra sconfitto dopo 24 anni. Nuova disfatta M5S

Vito Bardi, neo governatore della Basilicata

POTENZA – Anche in Basilicata il centrodestra ha vinto. La coalizione composta da Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, malgrado le divisioni sul governo di Roma, si conferma vincente nelle sfide amministrative, come già accaduto in Molise, Abruzzo e Sardegna. L’affermazione dell’ex generale della Guardia di Finanza Vito Bardi (è lui il candidato Presidente indicato da Forza Italia) ha anche un carattere storico: l’ex Casa delle Libertà, infatti, espugna una tradizionale roccaforte del centrosinistra, mai messa in discussione negli ultimi 24 anni.

Quando mancano meno di cento sezioni (ne sono state scrutinate 588 su 681), il candidato governatore della Basilicata per il centrodestra Vito Bardi è in testa con il 42,25%. Seguono Carlo Trerotola del centrosinistra al 32,86%, Antonio Mattia del Movimento 5 stelle con il 20,6% e Valerio Tramutoli di Basilicata possibile al 4,29%. M5s primo partito con il 20,53%, seguito dalla Lega con il 18,82%. Forza Italia è al 9,1%, Fdi al 5,95%, il Pd all’8,19%.

AFFLUENZA – Hanno chiuso alle ore 23 i seggi elettorali per le elezioni regionali in Basilicata. Sono stati 573.970 gli elettori chiamati oggi al voto in 681 sezioni, dalle ore 7 di domenica. E’ del 53,58% il dato definitivo dell’affluenza alle urne alle elezioni regionali in Basilicata. Secondo quanto emerge dai dati pubblicati sul sito del Viminale, il dato è in crescita di circa 6 punti rispetto alle precedenti elezioni regionali quando aveva votato il 47,60%. Nella provincia di Potenza si è raggiunto il 52,40%, mentre in quella di Matera il 56,22%

COMMENTI – Silvio Berlusconi nella notte ha detto: Finalmente la Basilicata ha un buon governo». Antonio Tajani: «Mi sembra che gli italiani, se verrà confermato il dato, ci dicono che vogliono un governo di centrodestra e che la stagione del governo Lega-M5S è alla fine».

Il voto in Basilicata indica «il fallimento del Pd e del M5S, che incassa una sconfitta clamorosa, mentre Fratelli d’Italia si trova praticamente a raddoppiare i voti». Lo ha detto Edmondo Cirielli, commissario Fdi in Basilicata e questore della Camera. Alla domanda se pensa che questo voto per la presidenza della Regione Basilicata suoni come la fine del governo gialloverde , che si avvia verso la crisi, Cirielli ha detto che Salvini la crisi non la aprirà ora, ma la resa dei conti arriverà dopo le europee.

Tuttavia, gli esponenti del Movimento 5 Stelle non ammettono il crollo, che nemmeno il reddito di cittadinanza è riuscito a limitare, rispetto alle politiche «Il Movimento 5 stelle è il primo partito in Basilicata»: è infatti il primo commento del senatore Arnaldo Lomuti (M5s) con i giornalisti, a Potenza, dopo i primi dati sulle regionali che collocano i pentastellati intorno al 20 per cento. Rispondendo alla domanda sul successo ottenuto alle politiche del 4 marzo 2018, Lomuti ha ripetuto il solito, ormai logoro ritornello che le elezioni politiche sono una cosa, le regionali un’altra e le comunali un’altra ancora.

Antonio Tajani, Arnaldo Lomuti, centrodestra, centrosinistra, Edmondo Cirielli, Movimento % stelle, Vito Bardi governatore


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080