Diego parla all'Assemblea dei soci

Della Valle: chi ha vinto elezioni ha diritto di governare, ma scelga gente competente

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

SANT’ELPIDIO A MARE (FERMO) – «Questi ragazzi hanno vinto le elezioni e hanno tutto il diritto di governare», dice del Governo M5s-Lega Diego Della valle, a margine dell’assemblea dei soci Tod’s: «Ma se posso dare un consiglio: bisogna considerare come ci vedono da fuori e non solo come mia zia casalinga può percepire qualche personaggio. Ci vuole una presa di coscienza, e soprattutto dei curricula più strutturati. Se uno chiama chiama un idraulico come minimo si informa se è bravo o no, e se uno fa il ministro… dobbiamo uscire da questa logica: ‘Metto il mio miglior consulente, o amico, o referente di partito’. Ci vogliono persone capaci, e in alcuni casi è una tragedia; Oggi bisogna fare una ragionamento non da campagna elettorale permanente. Forse se avessi potuto dare un consiglio, che non mi è richiesto da nessuno, avrei detto: se vi hanno votato benissimo, poi se qualcuno non è tanto competente tenetelo a casa e scegliete qualcuno che è più bravo».

Poi parla del futuro dell’azienda. «Se qualche trimestrale soffre è per una scelta precisa da parte nostra, per avere in tempi rapidi il patrimonio aziendale ai livelli cui deve stare, che non sono questi di oggi. Ci vuole il tempo necessario per poterlo fare: la strada presa è quella giusta, ci vogliono i tempi giusti, non abbiamo affanni ma speriamo che i mercati si accorgano presto dei risultati che stiamo performando». Il presidente e A.d di Tod’s, Diego Della Valle, parla così all’assemblea dei soci della sfida della società per affrontare un mondo è cambiato radicalmente per il settore, portata avanti con piena cognizione di causa pur sostenendo una pressione sui risultati e sull’andamento del titolo. Si punta anche «su un e-commerce molto curato: permette di avere dei margini molto interessanti. Strutturato per vendere in quasi tutti mercati mondiali più importanti. Un e-Commerce in crescita a doppia cifra alta. Tra un un anno, un anno e mezzo, speriamo anche a cifre più consistenti».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.