Serve anche un punto per la salvezza matematica

Fiorentina-Milan (sabato, 20,30, diretta Dazn): viola per l’onore (ma i tifosi sono in rivolta). Formazioni

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Federico Chiesa: toccherà ancora a lui cercare di trascinare la Fiorentina

FIRENZE – Cinquant’anni fa, vincendo due a zero sul campo della Juventus, la Fiorentina vinceva il secondo scudetto. Merlo, De Sisti, Chiarugi e Amarildo erano le stelle dell’epoca. Ora tira tutt’altra aria. Reduce da quattro sconfitte consecutive sotto la guida di Montella, la Fiorentina affronta il Milan (sabato, 20,30, diretta tv su Dazn) in un clima di grande difficoltà. Non solo per i risultati sportivi (compresa la sconfitta nel derby con l’Empoli), ma soprattutto per il clima che si respira in città nei confronti della proprietà. I Della Valle, contestati dai tifosi e perfino dalla politica (anche per la vicenda dello stadio) si sono barricati ancora di più nel loro mutismo. Trapela poco o nulla sul loro stato d’animo, ma soprattutto sulle loro intenzioni. Non vorrebbero lasciare Firenze da sconfitti, ma la situazione sembra ormai irrecuperabile. Anche il centro di coordinamento viola club, ossia la tifoseria moderata ha preso posizione contro la proprietà. E si parla perfino di flash-mob dei tifosi in  via Tornabuoni, il salotto buono della città, dove hanno le loro vetrine. Secondo La Nazione, i Della Valle starebbero aspettando il punto-salvezza per parlare e illustrare il loro pensiero sul futuro della società e della squadra. Ma finora, l’abbiamo visto, non sono mai riusciti a comunicare con efficacia.

Intanto, contro un Milan affamato di vittoria per ottenere la qualificazione alla Champions, la Fiorentina  non potrà contare su Pezzella, infortunato, né su Veretout squalificato. Ma il puntoi che potrebbe dare ai viola la certezza di non correre pericoli di retrocessione, a Montella non basta. L’allenatore, mai vittorioso in cinque partite, chiede una prova d’orgoglio. Del resto, il Milan non è imbattibile, ma come sempre il vero dubbio riguarderà la prestazione della Fiorentina, visto che da mesi non si vede una prova decente. I tre punti, al Franchi, mancano dalla partita del girone d’andata contro l’Empoli.

Montella, in conferenza stampa, ha detto: Siamo dispiaciuti per il risultato di domenica scorsa e per la situazione. Da quando sono arrivato, secondo me l’unica che abbiamo sbagliato è stata con il Sassuolo. Alcuni interpreti sono poco tranquilli ed è inutile girarci intorno. Abbiamo giocatori che hanno qualità maggiori in termini realizzativi rispetto a quelli dimostrate in questa stagione. Tra Juve ed Empoli abbiamo segnato solo un gol e mi sembra inverosimile. Non mii interessa il punto. Io voglio giocare per l’onore. Non ho mai perso quattro partite di fila in carriera. C’è da dare di più per cambiare questa situazione. Mi interessa più vincere o fare il punto più per l’onore che per la classifica». Righuardo alla contestazione, Montella ha chiosato: «Con la città ho un bel rapporto, poi la gente ha il diritto di fare qualsiasi dimostrazione civile. Quando un tifoso esprime il suo disappunto civilmente non c’è nulla da dire. Però questo non aiuta la squadra. Dobbiamo esser bravi per fare gruppo e dare il meglio di noi in campo».

Probabili formazioni

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Milenkovic, Victor Hugo, Biraghi; Edimilson, Dabo, Benassi; Chiesa, Muriel, Mirallas.

Squalificati: Veretout

Indisponibili: Pjaca, Pezzella

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Piatek, Borini.

Squalificati: Paquetà

Indisponibili: Bonaventura, Caldara, Strinic, Calabria, Biglia

Arbitro: Mariani di Aprilia

Tag:, , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.