La cerimonia nella sala Bianca di Palazzo Pitti

Uffizi: restituito il quadro Vaso di Fiori di Jan Van Huysum

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia, Politica

Il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, con una copia del Vaso di fiori

FIRENZE – La Germania ha restituito a Firenze il dipinto rubato dai nazisti. Dopo 75 anni il “Vaso di Fiori”, capolavoro del pittore olandese Jan Van Huysum (Amsterdam 1682-1749), realizzato nel 1731, è tornato a Palazzo Pitti. L’opera era stata, infatti, trafugata nel luglio del 1944 dalle forze di occupazione tedesche in fuga verso il nord Italia. Dopo un importante lavoro diplomatico e di investigazione, il quadro è stato riconsegnato solennemente dalla Germania al patrimonio artistico italiano.

La cerimonia di restituzione del dipinto è avvenuta questa mattina nella Sala Bianca del Museo di Palazzo Pitti alla presenza del ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli e del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi. E’ stato il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, a consegnare a Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi, il dipinto rubato, che da oggi è di nuovo esposto al pubblico.

Oltre al sindaco Dario Nardella, ha presenziato alla cerimonia il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri: le indagini sono state svolte, infatti, dai carabinieri del nucleo di tutela del patrimonio culturale di Firenze, coordinati dalla Procura del capoluogo toscano, che hanno individuato la famiglia erede del soldato che per gli investigatori esportò illegalmente l’opera e i vari passaggi del possesso del dipinto.

Naturalmente non poteva mancare all’appello la dichiarazione di Eike Schmidt, il direttore degli uffizi sempre ansioso di apparire al proscenio: «Oggi è un grande giorno per le Gallerie degli Uffizi, per Firenze, per l’Italia, per l’umanità intera. Mi auguro che sia la prima di tante altre restituzioni di opere trafugate. Viva l’Italia, viva la giustizia e viva l’amicizia tra i popoli».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.