In molte città della Toscana

Friday’s for future: migliaia di seguaci di Greta alle manifestazioni in Toscana. 10.000 a Firenze

di Paolo Padoin - - Approfondimento, Cronaca, Economia, Politica

Lo sciopero degli studenti per il clima a Firenze. Il cartello di Melissa

FIRENZE – Sono migliaia e migliaia i partecipanti, per lo più giovani ma non solo, ai cortei promossi in più città toscane da Fridays for future in occasione dello sciopero per il clima. A Firenze la manifestazione è partita da piazza Santa Maria Novella per raggiungere poi piazza Santissima Annunziata: oltre 10.000 i partecipanti, il primo dato delle forze dell’ordine con stima in crescita. Manifestazioni poi a Pistoia, Prato, Livorno, Pisa, Carrara, Arezzo, Siena, Viareggio e in altre città. La decisione del ministro di legalizzare informalmente la forca a scuola ha agevolato tante presenze.

Lo sciopero di oggi arriva in conclusione della #WeekForFuture, la settimana di manifestazioni per il clima indetta da Fridays For Future in tutto il mondo. La settimana è cominciata venerdì 20 settembre, con manifestazioni in 130 paesi nel mondo: secondo gli organizzatori, hanno coinvolto 4 milioni di persone complessivamente. La maggior parte degli Stati hanno tenuto lo sciopero nazionale il 20: folle oceaniche si sono viste negli Stati Uniti, in Germania (1,6 milioni di manifestanti secondo FFF) e in Australia. Gli attivisti italiani hanno scelto di fare lo sciopero il 27, insieme ad altri 26 paesi: Nuova Zelanda, Thailandia, Myanmar, Mali, Eswatini, Gambia, Sudan, Arabia Saudita, Yemen, Ungheria, Slovenia, Grecia, Olanda, Belgio, Svizzera, Svezia, Spagna, Portogallo, Canada, Isole Vergini (Usa), Argentina, Venezuela, Aruba, Ecuador, Guam, Honduras. A Montreal in Canada sarà presente anche Greta Thunberg.

Eugenio Giani con gli studenti in piazza della Repubblica

«È urgente e fondamentale affrontare e risolvere il problema dei cambiamenti climatici. Mentre i ragazzi riempiono le piazze per denunciare questa necessità, come presidente del Consiglio intendo istituire un Osservatorio regionale sui cambiamenti climatici, che indirizzi le leggi e i provvedimenti di competenza regionale sul contrasto agli effetti distorsivi del clima quali la difesa del suolo, la valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili, la lotta all’inquinamento». Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, partecipando alla manifestazione odierna di Friday for Future, il movimento nato dalla battaglia ambientalista di Greta Thunberg e che ha visto scendere in piazza, anche a Firenze e in altre città della Toscana, migliaia di studenti e di giovani che chiedono alla politica e alle istituzioni urgenti provvedimenti per salvare il pianeta dal riscaldamento globale e dallinquinamento.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: