Da domenica 13 ottobre alle 20, per 6 recite fino al 22

Firenze: al Teatro del Maggio Fiorentino torna la «Carmen» di Bizet

di Roberta Manetti - - Cronaca

FIRENZE – Al Teatro del Maggio Fiorentino torna in scena da domenica 13 ottobre alle 20 «Carmen», l’opera-comique in quattro quadri di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (altre recite: 15, 17, 18 e 22 ottobre alle 20; 19 ottobre alle 15:30). Al suo debutto alla guida dell’Orchestra e del Coro del Maggio c’è Sesto Quatrini, giovane e talentuoso direttore d’orchestra, messosi in luce, in Italia, con una sostituzione dell’ultim’ora al Festival della Valle d’Itria (dirigendo l’«Ecuba» di Antonio Manfroce), ma già ben conosciuto all’estero. Opera di repertorio, sì (nell’allestimento con la regia di Leo Muscato), ma con un direttore che val decisamente la pena di seguire.

«Sono felice e soddisfatto del lavoro fatto con l’Orchestra, il Coro del Maggio e con il cast di questa Carmen – spiega Sesto Quatrini -. Quello al Maggio è un debutto che sogno fin da quando ero bambino; per me è motivo di particolare orgoglio essere a Firenze e condurre un’orchestra eccezionale come questa. Il pubblico che verrà ad assistere allo spettacolo avrà modo di ascoltare l’edizione completa, dalla prima all’ultima nota, del capolavoro di Bizet del 1875. Carmen è un’opera di fuoco e sangue, vibrante dall’inizio alla fine, che sottopone il direttore d’orchestra ad una sfida grandissima, quella di tenere alta la tensione drammatica durante tutto l’arco dell’opera. La mia lettura del capolavoro di Bizet è una lettura a tinte forti, con una grande differenziazione tra i temi dell’amore e le tinte più noir della partitura».

Teatro del Maggio Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui 1)

Domenica 13 ottobre alle 20 (altre recite: 15, 17, 18 e 22 ottobre alle 20; 19 ottobre alle 15.30)

«Carmen», opera-comique in quattro quadri di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée.

Orchestra, Coro e Coro delle voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino; Maestro concertatore e direttore Sesto Quatrini; Maestro del Coro e del Coro delle voci bianche Lorenzo Fratini. Don José Luciano Ganci/ Samuele Simoncini (15, 18, 22, 25) – Escamillo Fabrizio Beggi – Le Dancaïre Min Kim – Le Remendado Antonio Garés – Moralès Francesco Samuele Venuti- Zuniga Shuxin Li – Carmen Marina Comparato / Karina Demurova (15, 18, 22) – Micaëla Lavinia Bini/Federica Vitali (15, 18, 22) – Frasquita Costanza Fontana – Mercédès Giada Frasconi – Une marchande d’orange Teodolinda De Giovanni/ Mirabela Castillo – Un bohémien Giovanni Mazzei/ Egidio Massimo Naccarato – Lillas Pastia Leonardo Cirri. Figuranti speciali Paolo Arcangeli, Roberto Andrioli, Lisa Baldi, Elena Barsotti, Silvia Benvenuto, Chiara Catelani, Cristiano Colangelo, Cosimo Fabrizzi, Gaia Mazzeranghi, Laura Pistolesi, Pierangelo Preziosa. Regia Leo Muscato

Biglietti disponibili per tutte le recite salvo quella di venerdì 25 ottobre; sconti molto consistenti attraverso la Scuola di musica di Fiesole; a prezzo pieno si trovano biglietti da 10 a 100 euro, in vendita anche sul sito del Teatro

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: