Fiorentina-Roma (venerdì, ore 20,45, sky): Montella, vincere per salvare la panchina. Chiesa out: il report medico. Formazioni

Chiesa: non sarà in campo contro la Roma per infortunio

FIRENZE – Federico Chiesa non è stato convocato per la partita con la Roma (venerdì, 20,45, diretta Sky). In serata la Fiorentina ha emesso questo report medico: «Il calciatore Federico Chiesa è stato sottoposto ieri ad accertamenti diagnostici che hanno escluso problematiche capsulo-ligamentose. L’atleta non ha potuto essere comunque convocato per la gara con la Roma a causa del persistere della sintomatologia dolorosa a carico della caviglia destra, dovuta all’infortunio rimediato nella gara di campionato contro l’Inter»Sarà un’altra partita-esame per Vincenzo Montella. Una nuova sconfitta, dopo il pareggio strappato al 93′ con l’Inter, potrebbe anche indurre la dirigenza della Fiorentina a cambiare allenatore.  Montella sente la partita. Vuole e deve vincerla, per la squadra e per se stesso. Non sarà semplice e sarà anche particolare visto che dall’altra parte ci sarà un’avversaria che non può essere come tutte le altre per lui. «Mi manca e ci manca la vittoria – dichiara l’allenatore – soprattutto per la classifica. Il morale un po’ l’abbiamo risollevato negli ultimi minuti dell’ultima partita. Abbiamo bisogno di punti. Sappiamo che affrontiamo un avversario di grande livello come la Roma, di grandi alternative, che fa grande gioco, grande possesso palla e che ha la seconda migliore difesa del campionato. Sarà una partita estremamente difficile, ma la Fiorentina, in questo campionato, ha dimostrato di giocarsela alla pari con le grandi squadre e quindi sono speranzoso perchè convinto che faremo una grande partita». Buone notizie, invece, sia da Milan Badelj che da Gaetano Castrovilli che hanno lavorato al completo, svolgendo esercitazioni tecnico-tattiche, e che dunque sono recuperati e disponibili per essere utilizzati dal 1′ dal tecnico viola. Un solo dubbio in casa Fiorentina con Riccardo Sottil che insidia Lirola per il ruolo di esterno destro nel 3-5-2 che è il modulo con cui la Fiorentina dovrebbe affrontare i giallorossi. La novità, in attacco, è rappresentata da Dusan Vlahovic, autore del gol decisivo nei minuti di recupero realizzato all’Inter.

Sandro Bennucci, presidente Ast e diretore di Firenze Post, premia Joe Barone nella serata dell’Associazione Stampa Toscana e del Gruppo toscano giornalisti sportivi Ussi

Ottimista e pronto alla sfida con un’altra big dopo il pareggio di domenica sera contro l’Inter di Antonio Conte: «Un pari in extremis col gusto della vittoria – ammette Montella -. Purtroppo c’è stato per noi solo il gusto, tre punti ci avrebbero fatto più comodo. Però la squadra ha dato risposte importanti, anche nei singoli, nella voglia di essere gruppo, di fare risultato, di andare oltre l’ostacolo contro un grandissimo avversario. La Roma fa parte del mio passato, ma anche per questo voglio vincere».

Ma Paulo Fonseca non è tipo da pensare al passato, pur essendo consapevole delle difficoltà che attendono i suoi: «Per la Roma la trasferta di Firenze e’ sempre difficile – dice l’allenatore dei giallorossi -: e la Fiorentina vista contro l’Inter è una squadra dura da affrontare». Per il tecnico della Roma, decisa a consolidare il quarto posto in classifica la bella notizia è che «Smalling è a disposizione, ed è un’opzione per la partita», come dire che verrà schierato al centro della difesa. Invece non è ancora pronto Kluivert: «Non ha recuperato del tutto, quindi è meglio non rischiarlo». Fonseca, nella sua ultima conferenza stampa del 2019 a Trigoria si concede perfino un brindisi con i cronisti, ma lo spirito con cui affronterà il match del Franchi non sembra affatto natalizio, oltre ad essere privo di condizionamenti dovuti al recente passato fra le due squadre (doppia sfida di Europa League, che fu favorevole ai viola, compresa).

«Sappiamo che dobbiamo essere molto concentrati per giocare con la Fiorentina – spiega – Non sappiamo se Chiesa gioca o no, ma non cambia nulla. Con i  miei non abbiamo parlato della partita della scorsa stagione, per me non cambia nulla. Il mercato?  Con Petrachi parliamo ogni giorno di tutto: di mercato, di giocatori e anche delle nostre famiglie».  Per capitan Florenzi quella di domani potrebbe essere una sfida particolare, visto che si parla di un suo trasferimento in viola a gennaio. «Con lui non ho mai parlato di questo o di Nazionale – dice Fonseca – ma solo della Roma». Ed è per questo che potrebbe mandarlo in campo, magari a scapito di quello Spinazzola che pure è a disposizione. Veretout sarà l’ex (rimpianto) di turno e farà in coppia in mezzo al campo con Diawara, mentre Zaniolo e Pellegrini saranno due dei  componenti del tridente che si muoverà alle spalle di Dzeko. Per la terza maglia il candidato in pole position è Perotti: in questo modo la Roma cercherà di sfatare il tabù Firenze, e quindi godersi le feste.

Probabili formazioni

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola (Sottil), Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Vlahovic, Boateng.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Mancini, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Perotti; Dzeko.

Arbitro: Orsato (Schio)

 

chiesa, Fiorentina, Fonseca, Montella, Roma, Smailing


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080