Sabato 25 gennaio alle 20

Firenze: al Teatro del Maggio Daniele Gatti dirige la Sesta di Mahler

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Daniele-Gatti-

Daniele Gatti

FIRENZE – Il maestro Daniele Gatti torna sabato 25 gennaio al Teatro del Maggio per dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino nella Sinfonia n. 6 in la minore, meglio nota come la «Tragica», di Gustav Mahler. Il concerto è l’omaggio del Teatro, dell’Orchestra del Maggio e dello stesso maestro Gatti a Piero Farulli, violista e fondatore della Scuola di Musica di Fiesole, di cui ricorrono i 100 anni dalla nascita.

Dell’ultimo concerto, lo scorso 26 giugno, Gatti ha lasciato un ottimo ricordo, con una bellissima esecuzione della Sinfonia n. 3 di Arthur Honegger e soprattutto dell’«Aleksandr Nevskij» di Sergej Prokof’ev. Ci sarà anche nel prossimo Festival, il 26 e il 30 giugno, con programmi tutt’altro che banali e vulgati. Si attiene a un solo pezzo ben conosciuto, invece, per il concerto di sabato 25, ovvero la «Tragica», opera cardine per la poetica di Mahler: un tentativo di rappresentare la “lotta dell’uomo contro il destino”, per dirla con le sue parole. Scritta a più riprese tra il 1903 e il 1904 e successivamente rivista nel 1906, la Sinfonia n. 6 è costellata di simboli che alludono all’idea fissa di un destino angoscioso e tragico.

Il concerto del 25 gennaio è dedicato dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, dal maestro Daniele Gatti e dall’Orchestra del Maggio alla memoria di Piero Farulli, nel centenario della nascita. La dedica della Fondazione del Maggio – come si legge dal programma di sala – al ricordo del grande artista è la seguente: Farulli, nato a Firenze il 13 gennaio 1920, violista di fama internazionale, è stato il fondatore e primo direttore della Scuola di Musica di Fiesole, un lascito straordinario per il territorio fiorentino considerato tutt’oggi uno dei centri di formazione musicale più importanti nel mondo. Dopo un breve periodo nell’Orchestra del Maggio, dal 1947 al 1977 Farulli fu la viola del prestigioso Quartetto Italiano, punto di riferimento ineludibile nella storia novecentesca del quartetto d’archi, protagonista di innumerevoli, indimenticabili concerti in Italia e nel mondo, molti dei quali nelle stagioni del Maggio Fiorentino. Il suo nome resta indissolubilmente legato alla fondazione, nel 1974, della Scuola di Musica di Fiesole. Negli anni, Farulli ha chiamato a collaborare con la scuola fiesolana i più illustri solisti e direttori, tra i quali lo stesso Daniele Gatti.

Sabato 25 gennaio 2020, ore 20

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui)

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino – Direttore: Daniele Gatti

Gustav Mahler, Sinfonia n. 6 in la minore, Tragica

Il concerto, dedicato al Maestro Piero Farulli in occasione dei 100 anni dalla nascita, sarà trasmesso in differita da RAI Radio3

Galleria esaurita; rimasti biglietti in platea da 50 a 80 euro, in vendita anche sul sito del Maggio

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: