Dal 26 giugno al 14 agosto

Il coronavirus non ferma il Festival Puccini di Torre del Lago: ridotto, ma si farà

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Il Gran Teatro all’aperto Giacomo Puccini

FIRENZE – Non è facile mettere in scena un’opera lirica rispettando le misure anti-covid, che valgono anche per gli artisti sul palco e i musicisti in buca, ma il Festival Puccini di Torre del Lago ha deciso di provarci ed ha annunciato il programma dell’edizione 2020, la numero 66, con  eventi dal 26 giugno al 14 agosto tra Viareggio e Torre del Lago: al Gran Teatro Giacomo Puccini, ma anche alla Cittadella del Carnevale, a Villa Paolina e in alcune chiese.

Il cartellone è stato rimodulato nel rispetto dei protocolli; tre le nuove produzioni operistiche, «Madama Butterfly»,  «Gianni Schicchi» (in un allestimento ispirato dal tempo del Covid che andrà in scena alla Cittadella del Carnevale di Viareggio), e «Tosca», diretta da Alberto Veronesi; a quest’ultima si ispirano alcune composizioni commissionate dal  direttore artistico Giorgio Battistelli a sei giovani compositrici italiane. Saranno presentate in una serata dal titolo «Agli astri e al ciel» con Stefania Sandrelli come voce recitante (13-14 luglio); in «La voce della luna» l’attore teatrale Stefano Massini racconta inoltre le tre opere in cartellone con l’accompagnamento dell’Orchestra del Festival Puccini (11 luglio). Ospite d’onore Antonio Pappano con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia (28 luglio).

L’annuncio si trova sulla pagina Facebook del Festival Pucciniano; dopo la conferenza stampa preannunciata a breve, i dettagli saranno su www.puccinifestival.it

La programmazione precedentemente annunciata è integralmente rinviata al 67° Festival Puccini (dal 16 luglio al 22 agosto 2021).

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: