Elezioni: De Luca, si vota dappertutto, tranne che in Italia


ANSA / CIRO FUSCO

NAPOLI – «In Francia hanno votato, in Polonia hanno votato, stanno votando dappertutto. Se fossimo stati un Paese serio avremmo dovuto votare l’ultima settimana di luglio, e stavamo tranquilli». Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta settimanale su Facebook, torna a criticare la decisione di andare al voto il 20 e21 settembre. «Una decisione assolutamente irresponsabile da parte di tutte le forze politiche, nessuno escluso, oltre che del Governo. Potevamo – dice – dedicarci in tutto il mese di agosto all’apertura dell’anno scolastico – che riprendera’ anche in Campania il 14 settembre – e alla tutela della tranquillita’ per le famiglie, personale scolastico, alunni. Invece – aggiunge il governatore – si apre e si chiude».

Una critica neppure troppo velata alle intenzioni evidenti del Pd e di Mattarella di tirare in lungo le elezioni per far recuperare la sinistra.

De Luca, elezioni, Italia


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080