Fiorentina-Bologna (mercoledì, 21,45, Sky): vincere dopo lo scandalo di Roma. Formazioni

Ribery in azione a Roma (Foto Violachannel)

FIRENZE – Arriva il Bologna (mercoledì, ore 21,30, diretta Sky) per l’ultima partita al Franchi. Casalinga si fa per dire, con quelle porte chiuse che provocano solo tristezza. Ma non pochi tifosi viola sono arrabbiati, anche con la società: avrebbero voluto, da parte della Fiorentina, la richiesta di ripetizione del pezzo di partita di Roma viziato dall’errore tecnico dell’arbitro Chiffi. Che non si è pentito nè del tocco da parte sua, che ha favorito l’attacco della Roma, nè del rigore totalmente inventato per inesistente fallo di Terracciano in uscita su Dzeko. L’arbitro padovano ha compiuto una vera impresa: toccare il pallone concedendolo alla squadra che attacca, vedere un rigore che proprio non c’era e non fare autocritica. E la Fiorentina, visto che siamo in fondo, non ha fatto nessun passo. Tutto giusto? Tutto per il bon per la pace, come diceva mia nonna? Credo che Federcalcio e classe arbitrale debbano fare una profonda riflessione: così non si può continuare, la vittoria della Roma sulla Fiorentina, e tante altre partite condizionate da cattivissime giornate arbitrali falsano il campionato. La scelta di affidarsi alla tecnologia non può essere soggettiva. Il Var che cosa ci sta a fare se non soccorre l’arbitro in situazioni come quella dell’Olimpico. A mio modo di vedere, vi assicuro del tutto imparziale, da cronista al di sopra delle parti, era apparso molto generoso anche il primo rigore, per il contatto fra il ginocchio di Lirola e la coscia di Bruno Peres. Ma il secondo non esiste al mondo: chiunque abbia visto un po’ di calcio avrebbe giudicato rigore l’uscita di Terracciano su Dzeko. Una cosa simile era già capitata, proprio a Roma, durante Lazio-Fiorentina, per l’uscita di Dragowski su Caicedo. Ma stavolta si è superata ogni immaginazione.

IACHINI – L’allenatore, Beppe Iachini, che non ha perso le speranze di sedersi sulla panchina viola anche a settembre, parte proprio dalla partita di Roma: «C’è tanto rammarico, siamo andati a Roma per giocare la nostra partita. Siamo andati con un atteggiamento propositivo e offensivo, con Chiesa, Ghezzal, Ribery e Kouame volevamo fare una gara con più incisività nella fase offensiva. Poi nello sviluppo della gara abbiamo commesso qualche errore, ma nello
sviluppo della partita abbiamo tenuto il campo e avevamo creato presupposti per essere pericolosi. La gara stava scivolando su un binario di parità e l’episodio finale ha deciso il match. Noi ci prepariamo per fare tutto al meglio, ma se
poi questo non accade per episodi fuori dalla nostra portata c’è rammarico -prosegue il mister che sui prossimi avversari, sul sito ufficiale della Viola, aggiunge-. Il Bologna è un avversario pericoloso, di ottima qualità e organizzato. E’ da due anni con Mihajlovic e ci vorrà una gara importante per vincere. Bisognerà recuperare tutte le energie, fisiche e psicologiche. Servirà una grande partita. Noi vogliamo finire in una certa maniera, cercando di fare bene, verificherò anche questa opportunità».

MIHAJLOVIC – Poi, parlando del Bologna e di Mihajlovic, l’allenatore viola aggiunge: «Innanzitutto sono felice che lui possa stare un po’ meglio dopo quello che ha vissuto e passato. Il mio augurio è che tutto possa essere alle spalle e che possa avere un futuro roseo e migliore, soprattutto sotto l’aspetto della salute che è la cosa più importante. Gli auguro il meglio, nella vita e nel lavoro».

Probabili formazioni

Fiorentina (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa, Duncan, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Cutrone, Ribery. All. Iachini.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Denswil, Dijks; Medel, Dominguez; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow. All. Mihajlovic.

Arbitro: Di Bello ( Brindisi )

Arbitro Chiffi, Bologna, campionato, Fiorentina, rigori, Roma


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080