Cinque anni dopo la strage di Charlie Hebdo

Parigi: attacco alla Francia e ai giornalisti. L’allarme del ministro dell’Interno

di Redazione - - Cronaca, Top News

PARIGI – Attacco islamista a Parigi. Lo sostiene senza dubbi il ministro dell’interno, Gerald Darmanin. Che afferma: «Si tratta, chiaramente, di un atto di terrorismo islamista. E’ un nuovo sanguinoso attacco contro il nostro Paese e contro dei giornalisti». Intanto, secondo quanto si apprende da fonti degli inquirenti, altre 5 persone sono state fermate e vengono interrogate questa sera insieme con Alì H., l’autore dell’attentato, e del presunto complice algerino.

Più di cinque anni dopo la strage nella redazione di Charlie Hebdo del gennaio 2015, torna il terrore a Parigi. E’ lo stesso edificio vicino alla Bastiglia ad essere preso di mira, anche se i sopravvissuti del celebre giornale satirico hanno ormai traslocato in un luogo segreto e protetto: “è chiaramente un atto di terrorismo islamista”, ha dichiarato il ministro dell’Interno, Gerald Darmanin. Un pachistano di 18 anni, con una mannaia da macelleria, se l’è presa con due persone che si è trovato davanti, ferendole in modo grave. Lavorano in un’agenzia di stampa rimasta nell’edificio dell’attentato, che erano scesi in strada per fumare una sigaretta.

Sono le 11.45 quando il diciottenne Alì H. si aggira incerto, guardandosi intorno, in rue Nicolas Appert. Al numero 6 c’era l’ingresso della redazione di Charlie Hebdo, dove i fratelli Kouachi fecero irruzione armati fino ai denti e uccisero 12 persone. Nelle stesse ore, a qualche chilometro di distanza, a palazzo di Giustizia è in corso il maxiprocesso ai fiancheggiatori dei due killer e del loro complice Amédy Coulibaly, che due giorni dopo la strage di Charlie ne compirà un’altra nel supermercato Hypercacher. All’inizio del processo, il 2 settembre, la redazione del giornale ha ripubblicato le vignette con le caricature di Maometto finite nel mirino degli integralisti islamici, scatenando nuove minacce da parte di al Qaida.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: