Omicidio colposo aggravato

Morte di Marco Ficini a Lisbona: condannato a 4 anni tifoso del Benfica

di Redazione - - Cronaca, Top News

Marco Ficini, il tifoso viola morto a Lisbona

FIRENZE – Per la morte di Marco Ficini, tifoso viola iscritto al club Settebello, morto a Lisbona, quattro anni di carcere sono stati inflitti dai giudici del Tribunal central criminal di Lisbona a Luis Pina, imputato nel processo. Ficini morì accanto all’Estádio da Luz nella notte tra il 21 e 22 aprile del 2017, durante scontri tra i supporters del Benfica e dello Sporting. La notizia dellacondanna è stata diffusa dai media portoghesi spiegando che Pina, all’epoca dei fatti contestati legato al gruppo di ultrà del Benfica No Name Boys, è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo aggravato.

L’avvocato difensore aveva chiesto l’assoluzione del suo imputato sostenendo che fosse stato Ficini a infrangere il codice della strada.
La Procura aveva invece chiesto la condanna dell’imputato per omicidio, omissione di soccorso e danni all’integrità fisica. Pina è
stato anche assolto dall’accusa di aver perpetrato quattro ulteriori tentativi di omicidio. Nell’ambito della stessa inchiesta, altri 21
imputati, tra tifosi del Benfica e dello Sporting, sono a processo per accuse a vario titolo di omissione di soccorso e di concorso in rissa. Secondo l’accusa, quella sera, vigilia del derby tra le due squadre di Lisbona, alcuni tifosi dello Sporting, gemellati con quelli
della Fiorentina, vennero attaccato dai sostenitori del Benfica. Gli sportinguistas risposero e nacquero degli scontri. Sempre stando
all’accusa, Luis Pina, alla guida di un’auto, investì Ficini, che si trovava nella città portoghese proprio per assistere al derby, e lo
trascinò per quindici metri, passando sopra il corpo dell’italiano e andando via senza soccorrerlo.

Tag:, , , ,