Analisi del Centro Studi

Confindustria: risalita si è fermata, rischio nuova caduta, avvertimento al governo

di Camillo Cipriani - - Cronaca

ANSA / CIRO FUSCO

ROMA – Confindustria evidenzia il rischio di nuova caduta, una seconda recessione per l’Italia con il Pil del quarto trimestre atteso di nuovo in calo. Il centro studi di via dell’Astronomia lo indica con il rapporto mensile ‘congiuntura flash’ sottolineando le criticità: Peggiorano i servizi, ma anche l’industria vede una risalita stoppata.
La domanda interna e fragile e con la seconda ondata di pandemia è previsto un nuovo stop a fine 2020 per gli scambi del commercio mondiale. Ed è allarme per uno stop dell’occupazione: gli economisti di Confindustria rilevano che l’occupazione si è di nuovo appiattita a settembre, dopo la risalita temporanea a luglio-agosto. La disoccupazione sembra ripuntare verso il basso, come a marzo-aprile, per la contrazione della forza lavoro. Il quarto trimestre anche per l’occupazione si preannuncia in negativo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: