In isolamento con la famiglia

Covid: a Loreto un caso di variante inglese. Un’infermiera 29enne la prima italiana a essere vaccinata

ROMA – La variante inglese del Covid sarebbe arrivata in Italia, a Loreto, senza contatti con Londra. Il caso è stato rilevato a Loreto (Ancona). Una sequenza parziale, secondo quanto anticipa il Corriere Adriatico, è stata individuata dal Laboratorio di Virologia degli Ospedali Riuniti di Ancona: si tratta di una persona che non ha avuto collegamenti diretti con la Gran Bretagna e che si è sottoposta a tampone molecolare nei giorni scorsi perché aveva un forte raffreddore e che ora è in isolamento con la famiglia. «Nel frattempo abbiamo approfondito gli accertamenti – dice all’ANSA il direttore del Laboratorio Stefano Menzo – e ora sappiamo che si tratta della variante inglese».

Intanto si sa che ha 29 anni è romana e lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani, ma in questi mesi di emergernza Covid ha anche curato presso il loro domicilio molti anziani, la prima infermiera che sarà vaccinata contro il Covid in Italia.  Si chiama Claudia Alivernini ed è in cima alla lista all’Istituto Nazionale di Malattie Infettiva Lazzaro Spallanzani, in occasione del V-Day il 27 dicembre.  Dopo il via libera dell’Agenzia italiana per il farmaco (Aifa) all’immissione in commercio del vaccino Pfizer Biontech, in Italia si attendono le 9.750 dosi che arriveranno il 26 dicembre per essere subito disponibili il giorno dopo, 27 dicembre, per il V-day, in cui in tutta Europa partirà la campagna vaccinale.

Claudia Alivernini, coronavirus, infermiera vaccino, Loreto, variante inglese


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080