Carcere Sollicciano: pestaggi, tre agenti sarebbero ai domiciliari, accusati di tortura e falso ideologico

FIRENZE – Tre agenti penitenziari del carcere di Sollicciano a Firenze sarebbero stati arrestati, ai domiciliari, nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Firenze che ipotizza i reati di tortura e falso ideologico in atto pubblico. Altri sei agenti sarebbero stati interdetti dall’incarico per un anno e sottoposti a obbligo di dimora nel comune di residenza. Ci sarebbero altri indagati. Le misure cautelari sarebbero state disposte dal gip su richiesta del pm Christine Von Borries. Secondo quanto appreso le indagini riguarderebbero due presunti episodi di pestaggio nello stesso carcere nel 2018 e nel 2020.

agenti, carcere, domiciliari, Sollicciano

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080