Pistoia: rubavano nelle auto in sosta. 5 in arresto accusati di 40 colpi

PISTOIA – Sono accusati di una quarantina di furti nelle auto in sosta. Soprarttutto parcheggiate davanti a B&b e ristoranti del Pistoiese, ma anche delle province di Prato, Firenze e Pisa. Per questo i carabinieri di Pistoia, al termine di indagini partite nel luglio nel 2020, hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare, di cui tre in carcere e due agli arresti domiciliari, di cinque persone. Tre delle quali residenti nel campo nomadi pistoiese di Pontelungo e due in un campo nomadi di Empoli.

Le indagini, dirette e coordinate dalla procura di Pistoia, erano iniziate a seguito di una denuncia per furto su auto presentata nel luglio 2020 da un cittadino di Montale Pistoiese ai carabinieri del locale comando stazione. L’uomo, che si era recato per una passeggiata nei boschi della zona, aveva lasciato l’auto parcheggiata lungo la strada. Al rientro dalla camminata l’amara sorpresa: il finestrino anteriore sinistro del suv in frantumi e il suo portafogli sparito. I militari, partendo da quell’episodio, avvalendosi anche di intercettazioni telefoniche, immagini di telecamere di videosorveglianza, anche di privati, sono riusciti a ricostruire una quarantina di furti in auto dalle quali venivano rubati portafogli, borse, computer, telefoni e talvolta gioielli.

cinque arresti, finestrini rotti, furti nelle auto, indagini dei carabinieri, pistoia


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080