Nei due recuperi

Serie A: Inter batte Sassuolo (2-1), vola a più 11 sul Milan e vede lo scudetto. La Juve supera (2-1) il Napoli e salva Pirlo

Romelu Lukaku esulta con i compagni dopo la vittoria che sancisce la fuga dell’Inter, ora a più 11 sul Milan
ANSA / MATTEO BAZZI

MILANO – L’Inter mette le mani sullo scudetto: batte il Sassuolo nel recupero della 28/a giornata, centra la decima vittoria consecutiva (mai così tante di fila dal 2006/07) e stacca il Milan di ben undici lunghezze, una distanza siderale a nove giornate dalla fine del campionato.  Il 2-1 ai neroverdi, firmato Lukaku e Lautaro, significa vittoria con le unghie e con i denti, come ormai Handanovic e compagni hanno abituato, di fronte a un Sassuolo in piena emergenza ma che non ha rinunciato al suo gioco e anzi, nel finale, ha sognato anche il colpaccio in rimonta.

Vittoriosa anche la Juve nel recupero con il Napoli. I tre punti salvano (almeno per ora) Andrea Pirlo e fanno salire i bianconeri al terzo posto, in piena zona Champions, scavalcando l’Atalanta e staccando lo stesso Napoli, con un Gattuso sempre più nel mirino del presidente De Laurentiis. Ha sbloccato la partita, dopo 13 minuti, Cristiano Ronaldo, che continua la sua scalata nella classifica marcatori di tutti i tempi: con la rete realizzata contro i partenopei, il portoghese è arrivato a quota 773 e ha staccato Romario, raggiunto con la marcatura nel derby di sabato scorso. Ora nel mirino di CR7 è rimasto soltanto Bican, l’attaccante austriaco-cecoslovacco, il più prolifico di sempre con 805 reti totali in carriera. Ma Pelè rivendica il primato con i suoi oltre mille gol.

 

Conte, Inter, Juve, napoli, Pirlo, Sassuolo


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080