‘Ndrangheta in Toscana, Giani: «Gori sospeso, capo gabinetto sarà Pantuliano»

Eugenio Giani
Eugenio Giani

FIRENZE – Sull’inchiesta della magistratura che avrebbe scoperto ramificazioni della ‘Ndrangheta in Toscana, il governatore, Eugenio Giani, non esprime nessun giudizio. Annuncia però la sospensione di Ledo Gori dalle funzioni di capo gabinetto. Che saranno affidate al direttore generale Paolo Pantuliano.

«Non esprimo opinioni, o commenti su una vicenda seria e complessa – scrive Giani in una nota – perché ho piena fiducia nella magistratura e nel lavoro delle forze dell’ordine, con la speranza che sia fatta chiarezza il prima possibile. Ho disposto che le funzioni di Capo di Gabinetto,  fino ad ora svolte da Ledo Gori, siano attribuite in via transitoria al Direttore Generale della Regione, Paolo Pantuliano. Mi preme sottolineare che valuteremo già nelle prossime ore tutti gli interventi opportuni affinché la Regione Toscana possa sviluppare, come ha sempre fatto, un’azione coerente e finalizzata ad evitare qualsivoglia pericolo di infiltrazione vista la capacità delle organizzazioni criminose di penetrare nei tessuti imprenditoriali anche nei nostri territori, che abbiamo il dovere di preservare».

capo gabinetto, eugenio giani, ledo gori, Paolo Pantuliano, regione toscana

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080