Uccise e bruciò l’ex fidanzata: la Cassazione conferma l’ergastolo

Sara Di Pietrantonio (Foto ANSA)

ROMA – La Corte di Cassazione ha confermato la condanna all’ergastolo nei confronti di Vincenzo Paduano, l’uomo imputato per l’omicidio e stalking nei confronti dell’ex fidanzata, Sara Di Pietrantonio, prima uccisa e poi data alle fiamme alla periferia di Roma.

L’omicidio, con il terrificante seguito, accadde in Via della Magliana, la sera del 29 maggio 2016. Tre anni più tardi, nell’aprile del 2019, la stessa Suprema Corte aveva disposto l’appello bis non condividendo la decisione dei magistrati di secondo grado di ridurre la pena a 30 anni di carcere. Ora il verdetto è definitivo.

Condanna all'ergastolo, Corte di Cassazione, Sara Di Pietrantonio

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080