Per il giudice non è reato

Arezzo: malato produce cannabis, tribunale lo assolve

Farmaci da cannabis, la legge toscana è operativa
Farmaci da cannabis, la legge toscana è operativa
Cannabis

AREZZO – Non è reato: il gup Claudio Lara del tribunale Arezzo ha assolto, perché il fatto non sussiste, un ex dipendente comunale, malato di artrite reumatoide, accusato di aver coltivato cannabis nel giardino della sua casa. L’uomo ha sempre sostenuto di aver fatto uso curativo della cannabis, sostenendo che la quantità fornita dalla Asl nel piano terapeutico era insufficiente per lui. Il giudice ha pure aderito alla richiesta del pm Laura Taddei, che aveva chiesto l’assoluzione.

Si tratta di una prima sentenza inquadrata nella nuova normativa che disciplina la produzione di cannabis in Italia a scopo terapeutico. L’imputato si è dichiarato molto soddisfatto per l’assoluzione, sostenendo che si è trattato di una battaglia che lo vedeva impegnato.  A pesare sull’orientamento assolutorio della sentenza anche il fatto, come ha sottolineato uno dei suoi difensori, avvocato Lorenzo Simonetti, che l’ex dipendente comunale non avrebbe mai fatto uso di droga e ha assunto cannabis solo per usi esclusivamente terapeutici.

arezzo, cannabis, malato assolto

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080