Primo maggio 2021: aperti fino alle 13 supermercati e centri commerciali. Regione fa dietrofront

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, firma la nuova ordinanza: supermercati e centri commerciali aperti fino alle 13 il primo maggio 2021

FIRENZE – Avevano già espresso la loro soddisfazione, i sindacati della grande distribuzione, per l’annunciata chiusuira di supermercati e centri commerciali, in Toscana, sabato primo maggio 2021. Invece, a tarda sera di oggi, 29 aprile, è arrivato il parziale dietrofront del presidente, Eugenio Giani: le grandi strutture di vendita – supermercati, ipermercati e centri commerciali – rimarranno chiuse soltanto dopo le 13. La mattina potranno restare aperti. E aperti, come già annunciato, saranno i mercati rionali.

Ma torniamo alla grande distribuzione: il presidente Giani ha firmato l’ordinanza sulle chiusure grande distribuzione in vista della festività di sabato. L’obiettivo è ridurre il rischio di assembramenti, vista l’emergenza sanitaria ancora in corso. Potranno derogare, come già scritto, farmacie, parafarmacie, rivendite di giornali, di tabacchi e di piante e fiori. Nel pomeriggio di sabato primo maggio, gli esercizi chiusi potranno tuttavia effettuare consegne a domicilio di generi alimentari e beni di prima necessità, previa prenotazione on line o telefonica.

Le disposizioni di chiusura non si applicano alle medie strutture di vendita e agli esercizi di vicinato, ai bar, ristoranti e pub (in quanto pubblici esercizi) e a pizzerie, rosticcerie, panifici, pasticcerie, negozi di pasta fresca, gelaterie e simili, che come attività artigianali potranno rimanere aperte secondo le modalità e gli orari consentiti dalla normativa statale. Anche i mercati si svolgeranno regolarmente.

aperti fino alle 13, eugenio giani, ordinanza, primo maggio, regione toscana, supermercati e centri commerciali


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080