Italia-Repubblica Ceca (stasera, 20,45, Rai1): dubbio Cristante-Jorginho. Sensi a casa. Formazioni

Roberto Mancini, ct dell’Italia (Foto ANSA)

BOLOGNA – Ha un dubbio non di poco conto, il ct Mancini, a poche ore dalla partita Italia-Repubblica Ceca (stasera, ore 20,45, a Bologna e in diretta su Rai1): riguarda Cristante e Jorginho. Importante, il dubbio, perchè si tratta dell’ultimo test per gli azzurri prima dell’inizio dell’avventura degli Europei che per Chiellini e compagni, fissata l’11 giugno prossimo contro la Turchia.

SENSI – L’allenamento di questa mattina, 4 giugno, svolto a Coverciano, che si ipotizzava potesse essere tecnico-tattico, in realtà è stato quasi una sorta di risveglio muscolare, con torello di gruppo ed un leggero lavoro personalizzato per ciascun componente azzurro in vista dell’amichevole contro i cechi di stasera. Non hanno partecipato al lavoro con il resto del gruppo gli infortunati Verratti e Lorenzo Pellegrini, con quest’ultimo che ha effettuato e corsa e scatti in solitaria sul terreno centrale di Coverciano, e Sensi. Il centrocampista di proprietà dell’Inter, che ieri ha rimediato nel corso dell’allenamento pomeridiano degli azzurri un affaticamento agli adduttori, è monitorato costantemente dallo staff medico e tecnico della Nazionale italiana.

PESSINA – Proprio Sensi potrebbe viaggiare in treno con il resto dei compagni; quest’oggi partenza fissata alle 12:30 dalla stazione di Campo di Marte a Firenze per poi proseguire verso Milano. Sempre piu’ improbabile infatti una sua permanenza fra i convocati azzurri per l’Europeo, eventualità che comporterebbe il reintegro di Pessina. Da ricordare come per la giornata di domani per la Nazionale sia in programma a Coverciano un test amichevole contro l’Under 20 azzurra con protagonisti i non titolari del match di questa sera contro la Repubblica Ceca.

TIFOSI – «Con i tifosi sara’ un’altra cosa». Lo ha detto Mancini che spera in una spinta anche dai mille che assisteranno all’amichevole con la Repubblica Ceca a Bologna, ma soprattutto pensa a quelli che sosterranno gli azzurri nelle tre partite di Euro2020 all’Olimpico di Roma. Sotto le Due Torri Mancini esordì in serie A. Sulla strada degli Europei, questo test chiarirà le idee a Mancini sulla formazione da schierare
nell’esordio con la Turchia. In questi giorni non facili il c.t. ha dovuto mandare a casa, suo malgrado, elementi che avrebbe voluto nel gruppo (Politano e Mancini) e ha chiamato Raspadori, giovane talento che gli può venire utile sul percorso: «E’ il futuro – ha detto – e non è qui per scaramanzia, speriamo che imiti Paolo Rossi chiamato in extremis al Mondiali del 1982». Insomma, forse lo vedremo in campo.

REPUBBLICA CECA – L’avversario, la Repubblica Ceca, è di valore medio e giocherà in un girone difficile in cui saranno impegnati la
favorita Inghilterra, la Scozia e la pericolosa Croazia. Il c.t. Jaroslav Silhavy ha a disposizione nella rosa parecchi elementi conosciuti anche nel nostro campionato, come l’ex romanista Schick, il veronese Barak, il sampdoriano Jankto e il bresciano Mateju. Ci sono poi giocatori noti nel panorama internazionale come il portiere Vaclik (Siviglia), Coufal (West Ham) e il citato Schick attualmente al Leverkusen. Si tratta di una buona squadra che impegnerà gli azzurri dopo la vendemmiata delle seconde linee contro San Marino. Insomma, cominciano le prime curve,
anche se Mancini sparge ottimismo e ha detto «Siamo fra le prime quattro e speriamo di arrivare Londra». Certamente Francia, Spagna, Germania, Inghilterra e il campione uscente Portogallo sembrano avere qualcosa in più, in fatto di esperienza internazionale, ma sarà il campo a stabilire certe priorità e il suo verdetto sarà il più veritiero. Il c.t. nell’omelia della vigilia, ha detto che la formazione di Bologna sarà simile a quella titolare. La storia ci dice che il risultato dei Mondiali o degli Europei, dipende quasi sempre dal momento e dalla fortuna. Sarà così anche stavolta. Occorre essere pronti in questo mese. Quindi anche il dubbio fra Cristante e Jorginho, che sembra preoccupazione minima, può avere un peso.

Probabili formazioni

Italia, 4-3-3: Donnarumma; Spinazzola, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Locatelli, Cristante (Jorginho); Berardi, Immobile, Insigne. All Mancini

Repubblica Ceca, 4-2-3-1: Vaclik; Coufal, Kalas, Brabek, Boril; Kral, Soucek; Masopust, Darida, Jankto; Schick. All. Silhavy

Arbitro: Lionel Tschudi (Svizzera)

Diretta tv ore 20.45 Raiuno

Cristante, ct Mancini, euro, Italia, Jorginho, Repubblica Ceca, tifosi


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080