Morte di Samuele per overdose: pusher condannato a 5 anni

LUCCA – Avrebbe ceduto cocaina pura, fatale a Samuele Ventrella, morto per overdose. Per questo il tribunale di Lucca ha condannato a cinque anni di reclusione per spaccio Paolo Lorenzini, classe ’65, il pusher che, secondo l’accusa, cedette cocaina pura a Gerardo Ventrella e al figlio Samuele, che poi morì per overdose. Lorenzini è stato giudicato in rito abbreviato.

Dalle indagini, condotte dai carabinieri di Lido di Camaiore, emerse che Lorenzini, anche dopo la morte di Samuele Ventrella, aveva continuato a spacciare sostanze stupefacenti. L’attività investigativa aveva consentito di ricostruire la fiorente attività di spaccio gestita da Lorenzini tra gennaio e agosto 2020, con la cessione di oltre 200 dosi di cocaina ad almeno una quindicina di acquirenti, tra Viareggio e Camaiore.

overdose, pusher, Samuele Ventrella

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080