Skip to main content

Firenze: presentata la stagione estiva del Teatro di Cestello

Francesca Nunzi e Marco Simeoli (21 luglio)

FIRENZE – Oggi è stata presentata la stagione estiva del Teatro di Cestello, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi; si intitola «Un Cestello di Stelle … diffuse in città» ed è un cartellone di undici titoli, rappresentati tra il Parco d’Arte Pazzagli, il Teatro della Limonaia di Villa Strozzi e lo stesso Teatro di Cestello. In programma nomi noti della scena nazionale.

Per il Teatro di Cestelloè un altro momento molto importante, dopo le riaperture di maggio, nella ripresa delle attività post lock-down.

Undici appuntamenti, tra metà luglio e fine settembre, in scena prevalentemente “open air”, tra il Parco d’Arte Pazzagli, a Rovezzano, e l’anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi, in via Pisana. A settembre si tornerà poi in sala, sotto la cupola di San Frediano.

Il via il 15 e 16 luglio, con “Pinocchio” per la regia di Angela Tozzi, itinerante nel parco d’Arte Pazzagli. Sempre qui il 21 luglio andrà in scena uno spettacolo omaggio al grande Franco Califano, “Cè sempre … una ragione di più” scritto e interpretato da due big della scena, Marco Simeoli e Francesca Nunzi, con al pianoforte Andrea Bianchi, già pianista di Gigi Proietti. Il 29 luglio la scena passa a Donatella Alamprese e al suo ensemble per un suggestivo viaggio nella musica e nella vita di Astor Piazzolla, nel suo centenario: “Buenos Aires … Parigi … New York”. Mercoledì 4 agosto arriva Marco Cavallaro con il suo one man show “Alive and Kicking – vivo e vegeto”.

La stagione si trasferisce poi alla Limonaia di Villa Strozzi con tre appuntamenti tra musical e prosa. Il primo, sabato 7 agosto, con “Onehand Jack” di Stefano Benni con Rosario Campisi ed Elena Talenti, quindi sullo stesso palco domenica 8 salirà il Trio Vocale Le Signorine con “Un caffè con i cantautori”, concerto suonato e cantato dal vivo nel pieno stile retrò del celebre trio. Sabato 28 agosto protagonisti saranno Silvia Querci e Sandro Querci con “Mina vagante”, spettacolo tributo a Mina e alla tv in bianco e nero. A settembre, il 3, è fissato il debutto de “La Bella Fabbrica”, testo di Stefano Mezzani sui primi cento anni della storica fabbrica del Pignone, produzione del Teatro di Cestello con Rosario Campisi, Paolo Ciotti in location da definire.

Mercoledì 15 settembre, in debutto al parco Pazzagli, “La Divina Commedia” di Venturino Camaiti per la regia di Marcello Ancillotti, nell’ambito delle celebrazioni dantesche.

Sempre a settembre, il 18 e il 19, presso il Teatro di Cestello, “A spasso per la Toscana” originale divertissement sulla nostra regione. Il programma si chiude sabato 25 e domenica 26 con “Il Costruttore di Valigie” di e con Marco Predieri per la regia e con la partecipazione di Francesca Nunzi. Informazioni e prenotazioni 392.2669655.

Firenze, Limonaia di Villa Strozzi, musical, Parco d'arte Pazzagli, prosa, Teatro di Cestello, Un Cestello di Stelle ... diffuse in città

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741