Firenze: fallimenti e frode al fisco. 114mila euro nascosti nella spazzatura

foto diffusa da Guardia di finanza

FIRENZE – L’inchiesta che ha fatto scattare gli arresti domiciliari per 24 imprenditori di origine cinese e che ha fatto spalancare le porte del carcere per 5 professionisti, ha riservato altre soprese. Per esempio il sequestro di denaro contate per 400mila euro, eseguito dalla Guardia di Finanza a seguito delle perquisizioni in una sessantina di imprese gestite da cinesi tra Prato e Firenze, eseguite nell’ambito dell’inchiesta per reati tributari e fallimentari. Secondo quanto appreso, 114 mila euro sono stati trovati in un cestino delle spazzatura nei locali di una delle ditte. Le indagini, condotte dalle fiamme gialle, sono coordinate dal procuratore aggiunto di Firenze, Luca Tescaroli e dal pm Fabio Di Vizio.

24 imprenditori ai domiciliari, 5 professionisti in carcere, Fabio Di Vizio, fallimenti, frode fiscale, Luca Tescaroli


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080