Covid, Berlusconi alla festa della Lega: «Vaccini obbligatori per medici e professori»

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

MILANO – Non ha cercato mezze misure, Silvio Berlusconi, in collegamento audiovideo con la festa della Lega: «Sono assolutamente favorevole all’obbligo vaccinale per professori e medici. Rispetto le opinioni altrui, del resto se fossimo sempre d’accordo saremmo nello stesso partito».

E ancora: «La leadership di Matteo Salvini s’è rafforzata da quando ha cominciato a rappresentare tutto il centrodestra. Riguardo alla Presidenza della Vigilanza Rai – ha poi affermato Berlusconi – la signora Meloni ha ragione: è stato uno sgarbo a cui dovremo rimediare».

Infine su insulti e minacce, è intervenuto Matteo Salvini: «La violenza fisica e verbale non è mai giustificata a prescindere dai motivi per cui si scende in piazza. Le minacce? I cretini purtroppo sono in servizio permanente effettivo. Se ci sono 10mila persone in piazza il 31 luglio, vanno capite. Non penso che siano no vax, fascisti. Chiedono diritti e il dovere della politica è ascoltarli. Siamo in democrazia fino a prova contraria, ma no alla violenza».

matteo salvini, silvio berlusconi, vaccini


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080