Regione Toscana: un attacco hacker al server dell’Ars ha causato la riduzione del bollettino Covid


ANSA/POLIZIA 

Firenze –  Rimettiamo gli onori alla’ Ars della Toscana, Il bollettino ridotto degli ultimi giorni era dovuto non al rallentamento di attività ma a un attacco hacker, con danni però limitati, non paragonabili a quelli lamentati da Zingaretti e dai suoi, nelKLazio.

Dunque è stato Un attacco hacker ai server dell’Agenzia regionale di sanità (Ars) della Toscana che ha causato la distruzione di numerosi dati epidemiologico-statistici ma i tecnici sono al lavoro per il loro recupero da back-up, dove erano stati salvati.

Secondo quanto si spiega da fonti della Regione, nessun dato è stato rubato e l’attacco non ha riguardato dati sensibili sanitari personali poiché l’Ars non li tratta nelle sue attività di studio. L’attacco risalirebbe a circa due giorni fa e sta rallentando il lavoro degli operatori dell’Ars. Prevista una denuncia alla polizia postale.

Nella notte tra il 17 e il 18 agosto un virus del tipo ransomware – di quelli che criptano e rendono illeggibili i dati – è riuscito a penetrare il sistema dell’Agenzia regionale di sanità. Sono andati distrutti alcuni file di alcune macchine di Ars. Il virus è stato individuato, bloccato ed è in corso il recupero totale dei dati andati distrutti nel frattempo.

Nessuna funzione esterna dell’Agenzia è stata interrotta. Nessun dato sensibile è stato raggiunto o trattato. I servizi di Ars, fanno sapere dall’Agenzia, non sono mai stati interrotti: né la funzionalità del sito, né le banche dati, né la posta del server. Il presidente Eugenio Giani conferma: «E’ in corso il lavoro dei tecnici che sono intervenuti nell’immediatezza e che stanno ultimando il recupero dei dati epidemiologici e statistici trattati dall’Agenzia».

ars Toscana, attacco, hacker


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080