Turismo europeo in crisi, la Ue interviene con finanziamenti ad hoc, una guida li spiega

Commissione Ue

Com’è noto, il turismo si trova ora ad essere come uno dei settori più sacrificati e in crisi in Europa, a causa della Pandemia. L’Ue si è preoccupata di questo e ha orientato molti dei suoi finanziamenti in favore del settore, realizzando anche un’utilissima guida online per evidenziare  l’ampia gamma di programmi  finanziati dal nuovo bilancio, dal quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e da Next Generation EU.

Con queste risorse e con questa guida, sosteniamo la transizione verso un’UE più digitale, sostenibile e inclusiva. La guida aiuterà a trovare finanziamenti adeguati. Ecco i principali interventi previsti:

Recovery and Resilience Facility

Il dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF) è il fulcro del piano europeo per la ripresa, NextGenerationEU. Mira a mitigare l’impatto economico e sociale della crisi COVID-19 e a rendere le economie e le società europee più sostenibili, resilienti e meglio preparate alle sfide e alle opportunità delle transizioni verde e digitale. È rilevante per tutti gli ecosistemi industriali, compreso il turismo. I paesi dell’UE sono responsabili dell’elaborazione di piani nazionali per la ripresa e la resilienza, contenenti investimenti e riforme per affrontare le principali sfide individuate nel quadro del semestre europeo, nonché per sostenere la transizione verde e digitale

European Regional Development Fund (ERDF) and Cohesion Fund

Per rafforzare la sostenibilità ambientale, socioeconomica e la resilienza del turismo a lungo termine, le regioni e i paesi sono incoraggiati a contribuire a trasformare il settore imparando da soluzioni innovative. Gli investimenti nel turismo sono possibili attraverso tutti e 5 gli obiettivi strategici sostenuti dal FESR (cfr. infra), a condizione che siano conformi agli obiettivi pertinenti, alle condizioni abilitanti o ai requisiti minimi stabiliti per gli obiettivi politici interessati.

European Social Fund Plus (ESF+)

Il FSE+ è uno strumento finanziario fondamentale per attuare il pilastro europeo dei diritti sociali, sostenere l’occupazione e le competenze e creare una società equa e socialmente inclusiva. Fornisce ai paesi dell’UE risorse molto necessarie per la ripresa delle nostre società e delle nostre economie dopo la crisi del coronavirus.

European Agricultural Fund for Rural Development (EAFRD)

Molte zone rurali dell’Unione europea risentono di problemi strutturali quali la mancanza di opportunità di lavoro attraenti, la carenza di competenze, la carenza di investimenti nella connettività, nelle infrastrutture e nei servizi essenziali, nonché la fuga dei giovani.  È fondamentale rafforzare il tessuto socioeconomico di tali zone, in particolare attraverso la creazione di posti di lavoro e il ricambio generazionale, l’occupazione e la crescita nelle zone rurali, la promozione dell’inclusione sociale e lo sviluppo di “villaggi intelligenti” nelle campagne europee. Le nuove catene del valore rurali come le energie rinnovabili, la bioeconomia emergente, l’economia circolare e vari tipi di attività turistiche possono offrire una buona crescita e la creazione di posti di lavoro nelle zone rurali.

European Maritime, Fisheries and Aquaculture Fund (EMFAF)

Il Fondo sostiene azioni e investimenti che contribuiscono alla protezione della biodiversità acquatica e alle attività di pesca e acquacoltura sostenibili e a basso impatto. Promuove inoltre l’offerta di prodotti ittici sani e di qualità ai consumatori europei, sostiene lo sviluppo di un’economia blu sostenibile nelle comunità costiere e contribuisce alla sorveglianza marittima

LIFE Programme

Il programma LIFE finanzia progetti in materia di ambiente e azione per il clima. Le attività turistiche connesse alla transizione verde possono beneficiare del programma. In particolare, i progetti turistici a sostegno dell’economia circolare, dell’efficienza energetica e delle misure in materia di energie rinnovabili, nonché la neutralità climatica, possono essere ammissibili al finanziamentoturismo e alla cooperazione internazionale in materia di governance degli oceani.

Horizon Europe

Orizzonte Europa è il programma quadro per la ricerca e l’innovazione a partire dal 2021-2027. Orizzonte Europa avrà una dotazione di circa 95,5 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027 (a prezzi correnti). Ciò comprende 5,4 miliardi di EUR provenienti da NextGenerationEU per stimolare la ripresa economica e rendere l’UE più resiliente per il futuro, nonché un ulteriore rafforzamento di 4,5 miliardi di EUR.

Creative Europe Programme

Europa creativa è il programma dell’Unione europea di sostegno ai settori culturali e creativi, compreso il settore audiovisivo. Gli obiettivi generali del programma Europa creativa sono:

salvaguardare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo

aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare del settore audiovisivo

Erasmus+

Le organizzazioni turistiche che intendono partecipare a Erasmus+ possono impegnarsi in una serie di attività di sviluppo e di creazione di reti nei settori della formazione accademica e professionale, delle scuole, dell’apprendimento degli adulti, della gioventù e degli eventi sportivi europei. I progetti possono riguardare la mobilità, lo sviluppo delle competenze e dell’occupabilità dei giovani nel settore del turismo, le competenze digitali nel patrimonio culturale, l’apprendimento dell’ospitalità e l’innovazione nella ricerca nel settore del turismo.

Just Transition Fund (JTF)

Il Fondo mira a ridurre i costi sociali ed economici derivanti dalla transizione verso un’economia dell’UE climaticamente neutra sostenendo la diversificazione dell’attività economica, creando nuove opportunità commerciali e aiutando le persone ad adattarsi a un mercato del lavoro in evoluzione. Per le PMI turistiche, il fondo può fornire investimenti in capitale fisso o in attività immateriali.

Digital Europe Programme

Con un bilancio complessivo previsto di 7,5 miliardi di EUR (a prezzi correnti), il programma Europa digitale formerà e sosterrà la trasformazione digitale della società e dell’economia europea, con l’obiettivo ultimo di sostenere l’autonomia strategica del mercato unico dell’UE. Il programma Europa digitale rafforzerà le capacità digitali critiche dell’UE concentrandosi sui settori chiave dell’intelligenza artificiale (IA), della cibersicurezza, dell’informatica avanzata, dell’infrastruttura dei dati, della governance e del trattamento e della loro diffusione e migliore utilizzazione in settori critici quali l’energia e l’ambiente, l’industria manifatturiera, l’agricoltura e la salute. Il programma è strategico per sostenere la trasformazione digitale degli ecosistemi industriali dell’UE.

Single Market Programme (SMP)

Il programma di lavoro SMP 2021 mira a fornire ai paesi dell’UE gli strumenti per riprendersi e riparare dalla crisi COVID-19. L’obiettivo finale è rendere il mercato unico più forte e più resiliente. Il programma di lavoro 2021 è composto da cinque allegati, che sono in linea con gli obiettivi generali del PSM. L’allegato 2 è pertinente per il settore in quanto si concentra sul miglioramento della competitività delle imprese, in particolare delle PMI, e sul sostegno al loro accesso ai mercati, comprese le imprese del settore turistico.

InvestEU

Il turismo, e di conseguenza tutti gli attori coinvolti nel settore, sono sottoposti a pressioni senza precedenti a causa della pandemia di COVID-19. La contrazione è particolarmente difficile per le PMI e le imprese a conduzione familiare. Il programma InvestEU promuoverà pertanto gli investimenti volti a rafforzare la competitività, la sostenibilità e le catene del valore del turismo. Essa faciliterà misure sostenibili, innovative e digitali, che potrebbero contribuire a ridurre l’impronta climatica e ambientale del settore.

REACT-EU

Nell’ambito di NextGenerationEU, REACT-EU fornirà ulteriori 50,6 miliardi di EUR (a prezzi correnti) per l’assistenza volta a promuovere lo sviluppo nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali, nonché a preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia. Particolare attenzione sarà rivolta alle regioni duramente colpite dalla crisi a causa della loro dipendenza dai settori più colpiti, come il turismo e la cultura. Poiché REACT-EU sarà convogliato attraverso la politica di coesione 2014-2020, le possibilità di sostegno al settore turistico nell’ambito del FESR e dell’FSE nell’attuale periodo di programmazione si applicheranno a queste risorse aggiuntive. Si tratta, ad esempio, del capitale circolante e degli investimenti produttivi nelle PMI, degli investimenti nella transizione verde e digitale o della formazione dei lavoratori.

Support by the European Bank for Reconstruction and Development (EBRD)

I progetti finanziati dalla BERS riguardano un’ampia area di pratiche sostenibili e le relative tendenze di mercato nel settore del turismo. Dei 39 paesi operativi della BERS, 12 sono ubicati all’interno dell’UE. Vi sono 3 programmi con particolare rilevanza per il settore turistico, che forniscono ai beneficiari una combinazione di finanziamenti e assistenza tecnica.

 

europa, fondi, rilancio, Turismo

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080