Empoli vince in casa Sassuolo (1-2) e Andreazzoli supera l’ex Dionisi. Decide Zurkowski

I giocxatori dell’Empoli salutano i tifosi dopo la vittoriosa partita in casa Sassuolo (Foto social Empoli)

REGGIO EMILIA – Decide Zurkowski al 91′. In rimonta l’Empoli espugna per 2-1 in extremis il Mapei Stadium grazie, appunto, al gol di Zurkowski. Per la formazione di Andreazzoli si conferma il trend positivo in trasferta, con il quarto successo stagionale che vale ai toscani quota 15 punti in classifica ed una vendetta sportiva contro l’ex tecnico Dionisi. Per il Sassuolo (14), che si ferma dopo due successi consecutivi, c’è così il sorpasso in graduatoria e l’amaro in bocca per non aver chiuso la pratica. Contro la sua ex squadra, Dionisi decide di puntare dal 1′ su Scamacca al centro dell’attacco: rispetto alla vittoria contro la Juventus, i neroverdi modificano la difesa con gli inserimenti di Toljan, Chiriches e Kyriakopoulos.

L’Empoli risponde con Pinamonti unica punta, con Di Francesco ed Henderson a supporto: in mediana spazio a Stulac, Haas e Bandinelli, mentre in difesa si rivede Tonelli. La prima occasione della gara è proprio di marca ospite, con Pinamonti che al 3′ calcia sull’esterno della rete da buona posizione. La reazione del Sassuolo arriva qualche minuto più tardi, con i neroverdi che cercano ancora il giusto assetto contro un Empoli molto attivo in fase di pressing: cross basso di Kyriakopoulos dalla corsia sinistra, Scamacca al centro dell’area riceve ma colpisce male il pallone e la difesa allontana. I ritmi restano elevati, con gli ospiti che non si tirano indietro e tornano ad essere pericolosi al quarto d’ora: ancora Pinamonti protagonista, ma il suo colpo di testa non trova il bersaglio. Il botta e risposta prosegue con il passare dei minuti, rendendo la gara del Mapei godibile nonostante le poche occasioni concrete.

L’ex Traorè prova a scuotere i suoi alla mezz’ora, ma difetta nel controllo e l’opportunità in ripartenza si perde. Quando sembra che il risultati resti inchiodato fino a metà partita, al 44′ arriva la fiammata che porta avanti il Sassuolo: fendente di Frattesi proprio per Traorè, con l’ex empolese che tira e, complice una deviazione di Tonelli, batte Vicario per l’1-0 dei neroverdi. Nella ripresa la formazione di Andreazzoli parte all’attacco in cerca del pareggio, impegnando in due casi Consigli dalla distanza. Al 50′ gli azzurri creano una doppia occasione che mette i brividi ai tifosi neroverdi: Ferrari di testa respinge un tiro al volo di Henderson, poi Consigli su immediata ribattuta di Haas neutralizza e sventa il pericolo. Sull’altro versante ci provano invece Raspadori e Scamacca, che vengono però anticipati dai difensori avversari nel momento di battere a rete.

L’Empoli decide allora di alzare il proprio baricentro, inserendo Cutrone al posto di Bandinelli: il Sassuolo risponde con Boga, Defrel ed Henrique al posto di Traore, Scamacca e Raspadori. Proprio l’esterno ivoriano si rende protagonista di un paio di spunti interessanti al 74′, servendo in mezzo l’accorrente Defrel che però non impatta la sfera grazie all’opposizione di Tonelli. Andreazzoli si gioca il tutto per tutto con un triplo cambio offensivo, venendo ricompensato all’ 84′ quando Chiriches stende in area Cutrone: l’arbitro Massimi indica il dischetto, dove si presenta Pinamonti che non sbaglia e fa 1-1. Il Sassuolo viene colpito a freddo cercando di riversarsi in attacco, ma la scelta non paga e l’Empoli si dimostra ancora una volta una macchina da trasferta: quando tutto sembrava finito, al 91′ ci pensa il neo entrato Zurkowski a trafiggere Consigli per regalare un preziosissimo successo alla squadra di Andreazzoli.

Andreazzoli, dionisi, Empoli, Sassuolo, Zurkowski


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080