Renzi: illegali non mie consulenze, ma chi mi attacca

Il leader di Iv, Matteo Renzi ANSA/ALESSANDRO DI MEO

ROMA – “Dopo una breve pausa, in cui avevo addirittura recuperato consenso persino nei sondaggi, tornano casualmente gli attacchi evergreen sulle mie consulenze. Pensate che per aver spostato miei soldi regolarmente guadagnati da un conto all’altro – entrambi intestati a me, quello che si chiama giroconto – sono stato oggetto di segnalazioni plurime con l’acquisizione, ancora una volta, del mio conto corrente.
Pochissime le reazioni di solidarietà degli avversari politici, con qualche lodevole eccezione come il mio amico Guido Crosetto. Per essere chiari e definitivi: la pubblicazione di questo materiale viola la legge, il segreto bancario, il segreto istruttorio, la privacy”.

Così Matteo Renzi nell’enews.
“Ciascuno può pensarla come crede sull’opportunità di lavorare anche all’estero ma – aggiunge l’ex premier – la cosa vera e semplice è che io non violo la legge, chi fa queste uscite contro di me sì. Non sono illegali le mie attività, è illegale l’attività di chi mi attacca. Fingono di non capirlo perché io sono antipatico. Perché non smercio mascherine asiatiche o ventilatori rotti. Ma la verità è che ciò che faccio
io è perfettamente legale, ciò che fanno i miei accusatori è’ perfettamente illegale. Qualcuno prima o poi si accorgerà di questo scandalo?”.

consulenze, estero, Renzi enews


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080