Empoli: sfregiata lapide del deportato Niccolai. La condanna di Giani e Nardini

La lapide a Giulio Niccolai, sfregiata (Foto dal Comune di Empoli)

FIRENZE – “Su questi fatti non si può soprassedere. I vergognosi casi di sfregio alla memoria di partigiani, deportati, vittime della Shoah stanno raggiungendo un limite intollerabile e destano preoccupazione. Per questo è necessario proseguire e rafforzare assieme alle scuole e alle famiglie il lavoro di educazione all’antifascismo, alla democrazia, ai valori della nostra Costituzione”.

Così il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessora alla cultura della memoria Alessandra Nardini dopo l’imbrattamento di una lapide che ricorda il deportato Giulio  Niccolai, a Ponte a Elsa, frazione di Empoli (Firenze).

“Ci auguriamo – proseguono Giani e Nardini – che si arrivi presto all’individuazione dei responsabili e inviamo la nostra solidarietà alla comunità empolese e all’Aned”. 

deportato Giulio Niccolai, giani, lapide imbrattata, Nardini, Ponte a Elsa


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080