Firenze: al Teatro di Rifredi le matinée per studenti si aprono al pubblico serale, per chi non vuole smettere mai di imparare

Una conferenza-spettacolo per avventurarsi nell’opera di uno dei più eminenti autori italiani del Novecento, dedicata a chiunque non voglia smettere mai di imparareSi aprono al pubblico serale le matinée per le scuole del Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II 303), il progetto che dal 1994 ha coinvolto più di 286.000 studenti e che venerdì 25 febbraio alle 21.00 accoglierà in via eccezionale spettatori di tutte le età per assistere a “Uno, nessuno e centomila… Pirandello”. Sul palcoscenico, il relatore Andrea Bruno Savelli ripercorrerà le tappe fondamentali della vita del grande scrittore, drammaturgo e poeta premio Nobel attraverso i due cardini della sua poetica: l’umorismo e l’ipocrisia. In scena con lui gli attori Mauro D’Amico, Lidia Casella e Olmo De Martino (nella foto). Il testo e la regia sono di Angelo Savelli (ingresso 7€, per info: 055.422.03.61-2, casci@toscanateatro.it).

Dopo aver proposto brani di novelle e di spettacoli pirandelliani, la conferenza-spettacolo realizzata con la consulenza al testo del Prof. Paolo Puppa proseguirà con la messa in scena di una sintesi dell’ultimo grande romanzo di Pirandello: “Uno, nessuno e centomila”, l’ironica tragedia di un uomo qualunque che una mattina, guardandosi allo specchio, scopre di avere il naso storto e finisce al manicomio. “Attraverso l’umorismo – spiega Savelli – Pirandello racconta la complessità dell’individuo contemporaneo, privo di ogni rassicurante certezza sull’oggettività del reale, ne analizza il disorientamento e la crisi d’identità. Attraverso l’ipocrisia, invece, non solo compie un’opera di feroce critica sociale, ma scompagina i confini tra verità e finzione, tra realtà e teatro, dando vita a quell’epocale rivoluzione drammaturgica (il teatro nel teatro) che gli farà conquistare il Nobel per la letteratura”.

Il progetto “Rifredi Scuola”, coordinato da Angelo Savelli, continuerà fino ad aprile proponendo esclusivamente a studenti e insegnanti 17 appuntamenti con 3 produzioni teatrali“Ad oriente di Goldoni”, uno spaccato del panorama storico, sociale e artistico dell’epoca di cui il commediografo, con il suo teatro, è stato forse il più sottile interprete, con la consulenza al testo del Prof. Siro Ferrone“La matematica in cucina”, tratto dall’omonimo libro del matematico Prof. Enrico Giusti, un cabaret matematico culinario in cui i numeri si divertono ad apparire dove meno ci aspetteremmo; e “ENEIDE La rotta mediterranea”, originale riscrittura del poema di Virgilio che parte dal viaggio di Enea per raccontare le migrazioni di tutti i tempi.

Per informazioni: Ufficio Scuola Emanuela Casci 055/422.03.61 – 2  casci@toscanateatro.it

Teatro di Rifredi via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze www.toscanateatro.it 

Firenze, Luigi Pirandello, scuola, Teatro di Rifredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080