Migranti: Ong Sea Eye ne porta 106 a Malta, per la visita di Papa Francesco. Respinta dalle autorità

EPA/FABIAN HEINZ / SEA-EYE

MALTA – La strategia delle Ong non conosce limiti. La nave della Ong tedesca Sea-Eye con 106 migranti a bordo, sta navigando verso Malta nella speranza di sbarcare poco prima dell’inizio della visita pastorale
di Papa Francesco in programma domani. La nave Sea-Eye 4 ha infatti soccorso un gommone con a bordo 74 persone, di cui 22 bambini. Quindici migranti hanno ricevuto le prime nell’infermeria della nave. I migranti soccorsi provengono da Egitto, Nigeria, Sudan, Sud Sudan e Siria e ci sono altre 32 persone che sono state recuperate da una nave mercantile in transito nel Mediterraneo. La Ong ha confermato che si sarebbe diretta verso Malta. “Malta è lo Stato membro dell’UE più vicino. Chiederemo loro di fornirci un
porto sicuro dove possiamo sbarcare quelli a bordo”, ha affermato Gorden Isler, presidente di Sea-Eye. “Forse un appello inequivocabile del Papa al governo maltese può farlo sentire responsabile di 106 persone in cerca di protezione”, ha aggiunto. Ma Malta non cede come fa abitualmente l’Italia di Lamorgese. Le forze armate maltesi hanno informato Sea-Eye 4 che Malta non è competente né
responsabile per la coordinazione di salvataggio dei migranti, mentre il Centro di Coordinazione per il salvataggio maltese ha esortato Sea-Eye 4 a contattare le autorità tedesche. Siamo sicuri che la Ong insisterà. Si tratta di un’occasione pubblicitaria troppo ghiotta.

Bergoglio, Malta, migranti, ong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080