Week end 2-3 aprile a Firenze e dintorni: spettacoli, eventi, mostre

Torna il 3 aprile la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze hanno la possibilità di fruire gratis dei musei civici. Grazie al supporto di GIOTTO, love brand di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini e di Lucart i cittadini potranno inoltre prendere parte alle numerose visite e attività in programma nei diversi luoghi. Visite a Palazzo Vecchio, in Palazzo Medici Riccardi, in Santa Maria Novella, al Museo Novecento e al complesso delle Murate. Nei Musei Civici Fiorentini e in Palazzo Medici Riccardi i protocolli consentono l’accesso di un numero limitato di visitatori ogni ora. Gli ingressi ai singoli musei saranno disponibili fino ad esaurimento posti, tranne la Cappella Brancacci che prevede prenotazione obbligatoria.

Dal cinema al palcoscenico del Teatro della Pergola (via della Pergola 30) dal 22 marzo al 3 aprile Mine vaganti di Ferzan Ozpetek. In scena, Francesco Pannofino, Iaia Forte, Erasmo Genzini, Carmine Recano, Simona Marchini, con Roberta Astuti, Sarah Falanga, Mimma Lovoi, Francesco Maggi, Luca Pantini, Edoardo Purgatori. È la sua prima regia teatrale, lirica a parte (cui si dedica dal 2011; debuttò proprio con la regia dell’Aida che aprì il 74° Maggio Musicale Fiorentino). Biglietti da 17 a 35 euro. Lunedì 28 alle 20.45 Ozpetek in veste di attore, col suo one man show Ferzaneide – Sono ia! È l’occasione per un nuovo viaggio sentimentale attraverso il racconto dei suoi ricordi, delle suggestioni e delle figure umane che hanno ispirato molte delle sue pellicole, come Mine vaganti (biglietti 15 / 12 euro).

Sabato 2 alle 16 e domenica 3 alle 21 ultimi concerti in stagione per il pianista Andrea Lucchesini prima del suo passaggio alla direzione artistica degli Amici della Musica di Firenze (il che gli impedirà di ppoporsi come interprete sul palco della Pergola); con lui il musicologo Giovanni Bietti, in un viaggio in equilibrio tra musica e parole: La Sonata tra cicli e narrazioni. Sabato in programma la Sonata SZ80 di Bartók, la Sonata in si minore di Liszt e la Sonata n. 30 in mi maggiore, op. 109 di Beethoven. Domenica la Sonata n. 13 in si bemolle magg. K333 di Mozart incornicia singoli movimenti di composizioni haydniane e del primo Beethoven: un confronto fra i tre grandi rappresentanti del cosiddetto Classicismo Viennese. Accostando, spiegando, eseguendo capolavori appartenenti a epoche diverse, Andrea Lucchesini e Giovanni Bietti intendono proporre un modo nuovo, più ricco e consapevole, di ascoltare la Sonata. Lunedì 4 aprile, recital per violino solo di Gil Shaham:  alternerà alle Sonate e Partite di J.S. Bach brani contemporanei di Scott Wheeler (Isolation Rag, scritta per Shaham durante la pandemia), Max Raimi (violista della Chicago Symphony Orchestra, di cui verrà eseguito Anger Management) e Reena Esmail (When the Violin, basato sul raga indiano Charukeshi). Il calendario completo è online su www.amicimusicafirenze.it; biglietti online su TicketOne.

Da sabato 2 aprile, sul palco della Sala Vanni, torna Glorytellers, la rassegna organizzata da Musicus Concentus con Black Candy Produzioni che ha l’obiettivo di allargare la panoramica ad alcune realtà tra le più stimolanti della musica d’oggi, guardando a movimenti come il neo folk e l’indie rock acustico (inizio concerti ore 21:15 – ticket 13 € + d.p) . Glorytellers si inserisce nel ricco calendario di Tradizione in Movimento del Musicus Concentus, associazione fondata nel 1972 con l’intento di costituire un centro stabile di attività musicale a Firenze e in Toscana, che quest’anno compie 50 anni. Il programma inaugura il 2 aprile con Lorenzo Kruger, cantautore e performer dall’indole eclettica e mai banale. Con i Nobraino, band cult degli anni Duemila ha collezionato cinque album in studio, un album live e un EP, raggiungendo una discreta popolarità. Nel 2021, da solista, è uscito col singolo Con me Low Fi e con il lancio della campagna solidale Spazi Miei, un’operazione manifesto legata a l’artwork del nuovo album i cui proventi sono devoluti a “Casa di Gesso”, scuola di teatro per bambini di Cesena. Il nuovo album Singolarità prodotto da Taketo Gohara è uscito nel settembre 2021 per Woodworm, distribuito da Universal Music Italia. Da solista Kruger si ispira a grandi nomi della musica italiana come Fabrizio De André e Paolo Conte; a quest’ultimo ha dedicato lo spettacolo “Gli scontati”, con cui ha girato l’Italia in più di 300 date.

Al Teatro di Rifredi dal 31 marzo a al 10 aprile (giorni feriali ore 21, domenica ore 16.30, lunedì riposo) torna in scena «Il principio di Archimede» di Josep Maria Miró, che già riscosse gran successo nel 2018; lo spettacolo, tratto dal testo tradotto in 15 lingue e rappresentato in 21 paesi che ha imposto il drammaturgo catalano sulla scena internazionale, lancia un occhio spietato sulla società d’oggi, ossessionata dalla sicurezza, incapace di correre rischi e affamata di mostri da condannare; la traduzione italiana e la regia sono di Angelo Savelli, che si avvale dell’intensa interpretazione di alcuni dei migliori attori della scena toscana come Monica Bauco, Riccardo Naldini e Samuele Picchi e di quella di Giulio Maria Corso, giovane volto del cinema e della televisione, via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze tel. 055/422.03.61  www.toscanateatro.it. Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00.

Al Teatro di Cestello (Piazza di Cestello, in San Frediano) sabato 2 alle 20.45 e domenica 3 alle 16.45 Bandiera sconosciuta con Donatella Alamprese (testi e voce); Andrea Tinacci (clarinetto); Amedeo Ronga (basso); Marco Giacomini (chitarra); Paolo Casu (percussioni); Tommaso Virga (attore); regia Marcello Ancillotti, scene Cecilia Micolano. Un viaggio alla ricerca della rinascita, dell’unione e dell’accettazione di ciò che è altro; un appello di pace, speranza e libertà che, attraverso la musica e le parole, parte da Firenze e fa il giro del mondo senza spazio e colori, come una “Bandiera Sconosciuta”, metafora, titolo dello spettacolo di Donatella Alamprese, poliedrica artista fiorentina (d’origini lucane).Un progetto che parte da lontano e incontra il drammatico presente come un inno alla al cambiamento e alla rinascita che attraverso il dialogo e lo scambio supera i confini dei nazionalismi e dei conflitti attraverso l’universalità della musica. Un concerto di brani inediti scritti da Roberto Riviello e dalla stessa Alamprese con le musiche originali di Gianni Vergelli e la direzione musicale di Marco Giacomini. Info e prenotazioni 055294609 oppure 3922669655.

Domenica 3 alle 10.30 la programmazione mensile dell’Associazione A.Gi.Mus. all’Auditorium Ottone Rosai (via dell’Arcovata 4/6) si apre con il concerto del fagottista Nicolò Biemmi, vincitore del Premio Crescendo sezione fiati 2021. Suonerà in duo assieme alla pianista toscana Giulia Contaldo, con un programma con musiche di Mignone, Bloch, Sollima, Tchaikovsky,Mendelssohn, Debussy, Ravel, Orselli.

Annullato per covid lo spettacolo previsto per sabato 2 alle 21 al Teatro Puccini di Firenze (Via delle Cascine 41), resta lo spettacolo per ragazzi: domenica 3 alle 16.45 Centrale dell’Arte presenta Sulle ali dell’ippogrifo – un folle volo nell’Orlando Furioso, con Lavinia Rosso, Silvia Baccianti, Samuele Nannoni, drammaturgia e regia di Teo Paoli. Storie di amori e di battaglie, di incanti e di castelli, di donne e cavalieri, di anelli fatati, di mostri marini, di maghi e di duelli… Un tuffo nella magia sempre attuale dell’Orlando Furioso, seguendo i mille fili del più famoso poema cavalleresco della nostra letteratura. Una giostra di situazioni e avventure in compagnia di Orlando e Angelica, di Bradamante e Ruggiero, di Alcina e Rodomonte; età consigliata dai 5 anni; durata 60 minuti; posto unico numerato € 8,00 (esclusi diritti di prevendita); info www.teatropuccini.it

Domenica 3 dalle 12 alle 20 allo Student Hotel di Viale Spartaco Lavagnini c’è Pimp My Vintage Market.

Al Teatro Manzoni di Calenzano (via Mascagni 18), sabato 2 alle 21.15 e domenica 3 alle 16.30 arriva la Shakespeare Bignami Company, compagnia di abilissimi ed atletici guitti composta da Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degl’Innocenti, impegnata con «Le opere complete di William Shakespeare in 90 minuti», che riprende a girare per i teatri dopo lo stop forzato della pandemia. Una commedia scritta da Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield. – Uno spettacolo interpretato e diretto da Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci e Lorenzo Degl’Innocenti. Una produzione Khora Teatro / Tieffe Teatro / La Macchina del Suono. Intero: 14 euro – Ridotto under 20 e over 65: 12 euro Ridotto Soci Coop e allievi Scuola Foà: 11 euro

A Lucca, presso il Real Collegio, sabato 2 e domenica 3 arriva la fiera del disco. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di musica. Ingresso gratuito.

Sedicimila tulipani di 45 diverse varietà sono a disposizione dei visitatori a partire dalle 16 di sabato 2 aprile nel Giardino del Bardo, presso Villa Corsi Salviati, a Sesto Fiorentino; come a Scandicci e a Lastra a Signa, è un Wander&Pick: con un’offerta libera, si possono raccogliere (ma si spera che non vengano colti tutti subito!).

Sabato 2 alle 21 al Convento di San Domenico di Pistoia c’è Insieme, “all star ensemble” formato dal violinista rumeno-svedese Vlad Stanculeasa conMathilde Milwidsky violino, Emma Wernig viola, Beate Springorum viola, Maximilian von Pfeil violoncello; inoltre il violoncellista Enrico Bronzi e il pianista Davide Cabassi.sesto appuntamento della 60a edizione della Stagione Pistoiese di Musica da Camera, promossa da Associazione Teatrale Pistoiese, in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e curata da Daniele Giorgi. Nella prima parte il Quintetto per pianoforte e archi di César Franck, nel bicentenario della nascita del compositore, nella seconda parte il sestetto per archi Souvenir de Florence che Čaikovskij compose in ricordo dei suoi giorni felici passati a Firenze. Biglietti da 10 a 18 euro. Prevendita: Biglietteria Teatro Manzoni 0573991609-27112 (sabato ore 11/13 e 16/19); online su www.bigliettoveloce.it – www.teatridipistoia.it

Al Teatro Comunale di Lamporecchio sabato 2 alle 21 la verve di Maria Cassi e Leonardo Brizzi con lo spettacolo Diamine!, terzo appuntamento della Stagione Teatrale promossa dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Teatrale Pistoiese. Uno spettacolo arguto per tutte le età; Diamine è la tipica espressione Toscana per esprimere certezza ed entusiasmo, quello che Maria Cassi ancora una volta ci vuol trasmettere mettendo in scena un adattamento dell’opera del compositore francese Camille Saint-Saëns, Il Carnevale degli animali, riunendo così anche lo storico duo Aringa e Verdurini. Biglietti da 9 a 18 euro. Prevendita Biglietteria del Teatro Manzoni (tel. 0573991609), online su bigliettoveloce.it e il 2 anche alla Biglietteria del Teatro di Lamporecchio (ore 16.30/19.30; tel. 3339250172).

A PIA – Palazzina Indiano Arte alle Cascine sabato 2 e sabato 9 h 15:00 > 18:00 e domenica 3 e 10 h 10:00 > 13:00 Il giardino incantato. Fate e Streghe a cura di Fosca, laboratorio gratuito per bambini e bambine. Dal 2 al 25 da 8 a 11 anni; dal 2 al 25 aprile mostra di Marco Pace, Ogni pensiero vola, a cura di Serena Trinchero (ore 15.30-19.30).

Sempre alle Cascine, dall’altro lato del parco, domenica 3 c’è la fiera quaresimale.

Una grande retrospettiva a Firenze tra Palazzo Strozzi e il Museo del Bargello che riunisce per circa 130 capolavori di Donatello e di altri importanti artisti del Rinascimento prestati da chiese e musei italiani e stranieri, oltre che da qualche privato: è «Donatelloil Rinascimento», la mostra-evento curata da Francesco Caglioti, professore di Storia dell’Arte medievale presso la Scuola Normale superiore di Pisa. Orario mostrafino al 31 luglio 2022, tutti i giorni 10-20, Giovedì fino alle 23; dettagli e prenotazioni https://www.palazzostrozzi.org/

Nella reggia di Palazzo Pitti è esposta in maniera permanente la collezione di 78 icone russe, raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

Sempre a Palazzo Pitti, al Museo della Moda e del Costume, fino al 5 maggio c’è la mostra Animalia Fashion (orario: mart-dom 8.15-18.50), ideata e curata da Patricia Lurati; 18 sale ospitano un centinaio di pezzi ispirati al mondo animale e realizzati fra il 2000 e il 2018 dalle case di moda più celebri e da stilisti emergenti: abiti, borse, scarpe, gioielli e accessori. L’allestimento progettato da Mauro Linari accosta ai capi alcuni quadri, pagine di tacuina sanitatis medievali, riproduzioni di disegni tratti da antichi bestiari  ed esemplari prestati dal Museo della Specola, dall’Associazione Italiana di Aracnologia e dal Museo di Antropologia ed Etnografia.

Aperto al pubblico il Museo di Casa Siviero (Lungarno Serristori, 1/3, senza bisogno di prenotazione: sabato ore 10-18; domenica ore 10-13; lunedì ore 10-13; negli altri giorni solo piccoli gruppi su prenotazione).

La Fondazione Franco Zeffirelli in Piazza San Firenze ogni sabato offre visite guidate. Info https://www.fondazionefrancozeffirelli.com/

Villa Bardini a Firenze riapre dopo due anni di chiusura con la mostra Galileo Chini e il Simbolismo Europeo, dedicata al pittore, illustratore e ceramista fiorentino, maggiore esponente italiano del gusto Liberty e uno dei maggiori interpreti europei dell’Art Nouveau, aperta fino al 25 aprile. Sono esposti oltre 200 pezzi fra dipinti, disegni, illustrazioni e ceramiche.

Alla Cattedrale dell’Immagine, parte del complesso di Santo Stefano al Ponte, mostra digitale immersiva Inside Dalí realizzata da Crossmedia Group con il supporto della Fondazione Gala Salvador Dalí, che fino al 25 aprile 2022 punta a esplorare l’universo onirico immaginario di Salvador Dalí e a riscoprire la vita di quello che è stato uno dei maggiori pittori del XX secolo e la vera icona del surrealismo. Un’esperienza multisensoriale che si colloca tra immaginazione e realtà, ma anche un mix di tecnologie all’avanguardia, immagini, veri e propri artefatti, illusioni e allusioni, il tutto in simbiosi perfetta con l’universo unico dell’artista catalano. Ogni giorno avranno luogo le ininterrotte repliche della mostra immersiva, nel cui cuore si trova uno spazio multimediale a 360°, per una superficie di più di 400 m2, dove il visitatore è indotto ad attraversare il mondo del genio surrealista in una completa e “daliniana” immersione di oltre 35 minuti: un momento altamente emozionale che colpirà gli spettatori come niente prima d’ora.

Tornabuoni Arte – Arte Antica presenta la collezione di Dipinti e Arredi Antichi 2022, esponendo una selezione delle opere più significative del catalogo. La mostra è presso le gallerie di Via Maggio, 40r e la nuova sede di Via de’ Tornabuoni, 5. A distanza di sedici anni dal primo volume, il catalogo – a cura di Tornabuoni Arte con testi e introduzione dello storico dell’arte Alessandro Delpriori – si rinnova presentando un percorso di ricerca e studio delle opere più interessanti della galleria insieme alle nuove acquisizioni. Fra i capolavori, un raro Tabernacolo eucaristico in terracotta invetriata, realizzato attorno al 1440 e ricondotto da Giancarlo Gentilini ad Andrea della RobbiaArianna addormentata di Benedetto Cacciatori, scultura in marmo del 1830 circa, replica del famosissimo modello antico, la Madonna col bambino e le anime del Purgatorio del fiorentino Giovanni Camillo Sagrestani (1700 c.), Mosè abbandonato dalla madre del napoletano Giuseppe Mancinelli (Napoli,1813 – Castrocielo, 1875)

Angeli e Demoni – Luci ed ombre, mostra personale di Rocco Normanno è al Mac,n – Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento, nella Villa Renatico Martini di Monsummano Terme. L’esposizione del pittore realistico originario di Taurisano e toscano d’adozione,  è visitabile fino al 29 maggio 2022L’ingresso al museo è gratuito. Gli eventi si svolgeranno su prenotazione. Per info e prenotazioni: 366 5363331, 0572 952140.

È in corso al Palazzo delle esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (Piazza San Martino 7), la mostra Alfredo Catarsini: dalla darsena alla Linea gotica. Paesaggi, figure e grandi composizioni pittoriche (1917 – 1945), prima, grande retrospettiva dedicata ai primi 30 anni d’arte del maestro viareggino che prosegue fino a domenica 8 maggio.

Palazzo Blu, Keith Haring a Pisa con una grande retrospettiva aperta fino al 17 aprile 2022, a trentadue anni dal grande murales da lui realizzato nel 1989 su una parete della chiesa di Sant’Antonio su invito del giovane gallerista Piergiorgio Castellani. Fu la sua ultima opera, un inno alla vita e allo stesso tempo un testamento artistico. Haring morì infatti poco dopo il 16 febbraio del 1990. La mostra a Palazzo Blu raccoglie oltre 170 opere provenienti dalla Nakamura Keith Haring Collection che si trova nel museo a lui dedicato in Giappone e che coprono tutto l’arco della sua carriera.La mostra a Palazzo Blu raccoglie oltre 170 opere provenienti dalla Nakamura Keith Haring Collection che si trova nel museo a lui dedicato in Giappone e che coprono tutto l’arco della sua carriera. Fino al 3 aprile 2022 c’è anche “Attitude | Graffiti writing, Street art, Neo Muralismo” a cura di Gianguido Grassi dà voce a 45 artisti provenienti da tutto il mondo, talenti della urban art, coloro che hanno saputo unire l’energia creativa della strada a un solido background artistico e che adesso sono chiamati a lavorare in molte città del mondo e a partecipare a mostre ed eventi internazionali. Sono 74 le opere in mostra, tutte provenienti dagli archivi degli artisti e da importanti collezioni. L’allestimento prende il via dalla biblioteca e prosegue nelle sale al quarto piano di Palazzo Blu, per raccontare le varie declinazioni dell’arte urbana, dall’anima più ribelle e sociale propria dei graffiti a quella monumentale delle manifestazioni istituzionali più recenti.

Negli spazi dell’ex Cavallerizza a Lucca  fino al 2 ottobre 2022  I pittori della luce. Da Caravaggio a Paolini voluta da Vittorio Sgarbi permetterà di ammirare le opere di alcuni grandi artisti ispirati da Caravaggio il primo “regista” della storia dell’arte fino a Pietro Paolini, protagonista lucchese della nuova scuola naturalistica.

domenica metropolitana, donatello, fiera quaresimale, Firenze, Glorytellers, mostre, Parco delle Cascine, Spettacoli, Teatro della Pergola di Firenze, Toscana, week end

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080