Bruxelles: auto benzina e diesel, stop della Ue dal 2035, bocciata proroga chiesta dall’Italia

BRUXELLES – Riuniti a Lussemburgo, i ministri europei dell’Ambiente, nella notte, hanno trovato l’accordo su alcune delicate proposte contenute nel cosiddetto Fit for 55 tra cui lo stop della vendita di auto a benzina e diesel entro il 2035, oltre alla distribuzione degli sforzi climatici tra gli Stati e l’imposizione di obiettivi per il ‘carbonio naturale sinks’ (foreste, eccetera). L’Italia insieme ad altri 4 Paesi europei – Bulgaria, Romania, Slovacchia e Portogallo – ha presentato un documento che chiede lo slittamento dello stop ai motori a combustione al 2040 dal 2035, ma la proposta è stata bocciata. Altro insuccesso del governo in sede europea, con gravi conseguenze per l’industria nazionale.

La proposta di un ‘fondo per il clima sociale’ per compensare l’impatto di probabili incrementi dei prezzi per le famiglie vulnerabili, altro tassello del piano presentato dalla Commissione Europea nel luglio 2021, è stata oggetto di aspre trattative. Bruxelles puntava a 72,2 miliardi di euro per il 2025-2032, alla fine il compromesso è stato di 59 miliardi di euro per un periodo più limitato (2027-2032).
Ora partiranno i negoziati con il Parlamento europeo per la stesura dei testi giuridici definitivi.

2035, auto, benzina, diesel, stop


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080