In vista nuove restrizioni

Covid: Scholz, in Germania non ci saranno lockdown. Pregliasco lo ipotizza, in Italia, per l’autunno

ROMA – I virologi tornano alla carica in Italia prevedendo la possibilità di ritorno al “coprifuoco” in autunno, col rischio di ribadire scelte che potrebbero pesare su milioni di Italiani e farebbero ripiombare nella crisi l’economia, già provata dalle precedenti decisioni dei governi.

Di tutt’altro parere e indirizzo il governo tedesco, per bocca autorevole del cancelliere Scholz, che esclude quell’ipotesi non solo per questo autunno, ma addirittura per i prossimi anni.

Andiamo con ordine. Pregliasco ha affermato che “i provvedimenti, nonostante l’andamento incerto del virus, questa volta vanno preparati e spiegati. Penserei a una scala, a diverse ipotesi, nella quale c’è anche il lockdown ma come scenario meno probabile. La mascherina io l’avrei tenuta, ma è stata una decisione politica. Va utilizzata come gli occhiali da sole, questo e’ il miglior esempio che si puo’ fare. La mascherina protegge a scuola o in ambienti di lavoro, comunque al chiuso, e può evitare che scoppi un focolaio. Valuterei anche l’obbligo in certi contesti al chiuso per l’autunno”.

Più a Nord, nella Germania orfana di Frau Merkel, il cancelliere Olaf Scholz ritiene che non ci saranno più blocchi totali nei prossimi anni e pensa che non si arriverà a chiudere di nuovo le scuole. Lo ha detto alla Tv ARD, nella intervista estiva. “Non credo che dovremo ricorrere di nuovo alla chiusura delle scuole, e non credo che arriveremo più a lockdown come quelli vissuti negli anni scorsi”, ha affermato il cancelliere.

Germania., Italia, Lockdown


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080