La scomparsa del giornalista

Ultimo saluto a Nazzareno Bisogni. Cgil e Ast: premio per giovani giornalisti in suo nome

Nazzareno Bisogni

FIRENZE – Un fiume di persone, tra amici, colleghi e sindacalisti, ha salutato, ieri 16 luglio 2022, a Firenze, Nazzareno Bisogni, storico addetto stampa della Cgil Toscana e componente del Direttivo Ast, scomparso venerdì scorso. La salma era esposta presso la sede di Cgil Toscana in via Pier Capponi, su iniziativa del sindacato e della famiglia. Nel pomeriggio a Montone (Perugia) le esequie private. Cgil Toscana e Ast, per ricordare Nazzareno, si sono impegnate a istituire prossimamente un premio a suo nome per i giovani giornalisti attenti ai temi sociali.

Dalida Angelini, segretaria generale Cgil Toscana: “Oggi, insieme a tantissime persone, che si aggiungono alle centinaia di messaggi di cordoglio e affetto che ci sono arrivati in queste ore di dolore, abbiamo voluto salutare il nostro amico e compagno tutti insieme. Mentre per ricordarlo siamo intenzionati a mettere in campo atti concreti a partire dall’istituzione di un premio giornalistico a lui dedicato, rivolto a quei giovani che Nazzareno ha sempre cercato di aiutare. Lui sarà per sempre nei nostri cuori, e vogliamo che di lui resti l’esempio umano e professionale anche per chi non l’ha conosciuto”

Sandro Bennucci, presidente Associazione Stampa Toscana: “Il vuoto lasciato da Nazzareno Bisogni è immenso. Cercheremo di renderlo meno devastante con iniziative capaci di ricordare il suo impegno come giornalista e nel sindacato. Il 15 settembre gli dedicheremo l’assemblea Ast, in Regione Toscana, ospiti di Giani. Consegneremo alla moglie e ai figli un piccolo segno di riconoscenza per quanto lui ha fatto con noi e per noi. E siamo orgogliosi di poter collaborare con la Cgil, grazie all’idea della segretaria generale Dalida Angelini, nell’istituzione di un premio giornalistico intitolato al collega. Perchè Nazzareno è stato anche uno straordinario anello di congiunzione fra la Cgil, il più grande sindacato italiano, e il sindacato unico e unitario dei giornalisti”. 

Carlo Bartoli, presidente dell’Ordine Nazionale dei giornalisti: “Nazzareno ha rappresentato una guida e un esempio per tutti coloro che, negli ultimi trent’anni, si sono impegnati nel sindacato, nell’Ordine e negli altri enti di categoria. Di lui ricorderemo sempre l’impegno, la passione, l’intelligenza, ma anche la grandissima umanità”.

Ast, cgil, Nazzareno Bisogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080