Da giovedì 22 settembre

Il Teatro Nazionale della Toscana lancia «Una specie di musica – Cronache per una città possibile», con eventi a ingresso libero

Il Progetto Umiliani al Conservatorio Cherubini di Firenze

FIRENZE – Il Teatro Nazionale della Toscana lancia da giovedì 22 settembre «Una specie di musica – Cronache per una città possibile», un progetto che unisce la musica e il teatro, per indagare il rapporto tra la cultura e i cittadini, tra la cultura e l’identità, per riflettere sul processo di autodeterminazione di ognuno di noi, e scoprire l’influenza che ha Firenze e i suoi Quartieri sulla nostra storia personale e la nostra immaginazione del futuro.

Cronache per una città possibile comincia il 22 settembre, dalle 17, con un’incursione spettacolo dei Nuovi nell’ambito di un evento del progetto Ponti – esperimenti di comunità nella città finanziato dalla Fondazione CR Firenze. UnChained ’22 Festival inizia il 1° ottobre, ore 20:45, con Avrò cura di te … cinque storie in musica, una serata di musica e reading con Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, della compagnia teatrale Arca Azzurra e con l’Ensemble “Ricercare” del Conservatorio “Luigi Cherubini”.

Il tutto nell’ambito della nuovissima rassegna Autunno Fiorentino 2022, realizzata dal Comune di Firenze, con il sostegno della Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura; tutti gli spettacoli proposti dal Teatro Nazionale della Toscana in questo cartellone sono a ingresso libero.

Cronache per una città possibile – Appuntamenti di creazione teatrale nei quartieri di Firenze dei Nuovi nasce dall’esigenza di costruire occasioni di creazione teatrale diffuse attraverso azioni laboratoriali, interviste e spettacoli partecipati, tenendo saldo il principio dello scambio tra artisti e comunità, mettendo in relazione la cultura e i cittadini, indagando il rapporto tra l’identità personale e i luoghi e i tempi in cui viviamo. Tutti eventi gratuiti a ingresso libero (dove richiesto, ci si prenota al link www.inuoviteatro.it). Con Maddalena Amorini, Davide Arena, Maria Lucia Bianchi, Mattia Braghero, Alessandra Brattoli, Federica Lea Cavallaro, Beatrice Ceccherini, Anastasia Ciullini, Davide Diamanti, Ghennadi Gidari, Fracesco Grossi, Filippo Lai, Athos Leonardi, Nadia Saragoni, Sebastiano Spada, Erica Trinchera, Lorenzo Volpe. Il coordinamento artistico è di Sebastiano Spada con l’assistenza di Francesco Grossi, la progettazione e l’organizzazione sono di Maria Lucia Bianchi e Claudia Ludovica Marino. La città di Firenze e i Quartieri sono il luogo privilegiato d’indagine, in cui le storie dei cittadini diventano parte integrante del percorso artistico immaginato. I primi momenti a settembre nel Quartiere 4 giovedì 22 settembre, dalle 16:30 alle 20, nell’ambito di Ponti – esperimenti di comunità nella città a Pontignale (incursione spettacolo e racconti uno a uno), e nel Quartiere 2 sabato 24 settembre, dalle 16 alle 19, in Piazza Franco Nannotti con La vita è sogno? – Azione performativa urbana (evento su prenotazione); venerdì 30 settembre, dalle 10 alle 12, negli spazi de Le Curandaie nel Quartiere 2 con SognoVisione – Laboratorio teatrale (laboratorio riservato alle iscritte). Cronache per una città possibile, che si concluderà a dicembre con un esito finale, fa suo, tra gli altri principi, quello della sostenibilità: pochi elementi scenici e molti luoghi da abitare attraverso i corpi dei performer che, insieme ai cittadini, svolgeranno le attività. Le incursioni spettacolo e i racconti uno a uno non richiedono un allestimento, ma abitano i luoghi in modo semplice: possono avvenire in una piazza, su una panchina o seduti a un tavolino; i laboratori, invece, vengono ospitati in spazi del patrimonio culturale quali la BiblioteCaNova, la Biblioteca di Villa Bandini e lo spazio cuREMAKE.

Si segnala che il 22 ottobre per Racconti uno a uno: Eredità delle donne, nell’ambito de L’Eredità delle Donne 2022, saranno anche presenti interpreti LIS.

L’opera di riferimento è La vita è sogno di Calderón de la Barca, dramma teatrale che, grazie alla sua trama e alla caleidoscopica varietà tematica, rimane un avvincente e insolito testo d’ispirazione. Tra le questioni di fondo si trovano la ricerca della propria identità e realizzazione, la paura del futuro, il rapporto tra le generazioni, la realtà e l’illusione, il dibattito tra natura e cultura. Numerosi stimoli che pongono domande fondamentali e che permettono ai Nuovi di raccontarsi e provare a raccontare il futuro.

Ecco il calendario degli altri appuntamenti:
1° ottobre, ore 10-13
Festa della Pace c/o BiblioteCanova Quartiere 4 Performance ispirata a La vita è sogno, attività per bambini nella cornice della Festa della Pace presso la BiblioteCanova in collaborazione con il Quartiere 4.

1° ottobre, ore 16-21 Festa dello Studente c/o Villa Vogel Quartiere 4 Performance ispirata a La vita è sogno, letture per ragazzi nella cornice della Festa dello Studente presso Villa Vogel in collaborazione con il Quartiere 4.

6 ottobre, ore 16:45-18:45 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o BiblioteCaNova Quartiere 4 Laboratorio teatrale riservato ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, in collaborazione con Cepiss, che confrontandosi col personaggio di Sigismondo, esploreranno i temi dell’affermazione di sé, dei rapporti con gli altri, del diventare adulti, scoprendo le mille storie racchiuse dentro di noi.

7 ottobre, 10-12 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o Le Curandaie Quartiere 2 Laboratorio teatrale riservato a sole donne che, a partire dal personaggio di Rosaura del testo La vita è sogno, esploreranno l’autodeterminazione e l’identità femminile.

7 ottobre, ore 16:45-18:45 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o BiblioteCaNova Quartiere 4 Laboratorio teatrale riservato ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, in collaborazione con Cepiss, che confrontandosi col personaggio di Sigismondo, esploreranno i temi dell’affermazione di sé, dei rapporti con gli altri, del diventare adulti, scoprendo le mille storie racchiuse dentro di noi.

14 ottobre, ore 10-12 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o Le Curandaie Quartiere 2 Laboratorio teatrale riservato a sole donne che, a partire dal personaggio di Rosaura del testo La vita è sogno, esploreranno l’autodeterminazione e l’identità femminile.

21 ottobre, ore 16-18 Festa in SognoVisione c/o Area Pettini Quartiere 2 Esito del Laboratorio in 3 appuntamenti svoltosi presso Le Curandaie, in un dialogo tra le storie delle utenti e il personaggio di Rosaura de La vita è sogno.

22 ottobre, ore 16-19 Racconti uno a uno in occasione di Eredità delle donne Spazio cuREMAKE Quartiere 2 Racconti uno a uno è una performance temporanea che consiste in un dialogo uno ad uno tra cittadine e cittadini e attrici e attori. Il dialogo partirà dal qui e ora e si aprirà a delle domande dedicate al tema dell’autodeterminazione e dell’identità femminile, concludendosi poi con un dono da parte dell’attrice o dell’attore di un momento performativo scaturito dalla precedente conversazione tratto dal patrimonio intellettuale femminile del Novecento, dalla poesia alla scienza, dal teatro alla musica. Durante l’intera giornata sarà presente un interprete LIS.

23 ottobre, ore 16-19 Racconti uno a uno in occasione di Eredità delle donne Area Pettini Quartiere 2 Racconti uno a uno è una performance temporanea che consiste in un dialogo uno ad uno tra cittadine cittadini e attrici e attori. Il dialogo partirà dal qui e ora e si aprirà a delle domande dedicate al tema dell’autodeterminazione e dell’identità femminile, concludendosi poi con un dono da parte dell’attrice o dell’attore di un momento performativo scaturito dalla precedente conversazione tratto dal patrimonio intellettuale femminile del 900, dalla poesia alla scienza, dal teatro alla musica.

29 ottobre, 17-19 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o Biblioteca Villa Bandini Quartiere 3 Laboratorio teatrale riservato alla fascia d’età 35-70 che a partire dall’opera La vita è sogno, porranno in dialogo presente e futuro attraverso la scoperta delle proprie storie, del rapporto tra generazioni, del tema del cambiamento.

12 novembre, ore 16-18 SognoVisione – Laboratorio teatrale c/o Biblioteca Villa Bandini Quartiere 3 Laboratorio teatrale riservato alla fascia d’età 35-70 che a partire dall’opera La vita è sogno, porranno in dialogo presente e futuro attraverso la scoperta delle proprie storie, del rapporto tra generazioni, del tema del cambiamento

19 novembre, ore 17-19 Festa in SognoVisione Foresteria Pertini Via del tagliamento – Sorgane Quartiere 3 Performance ispirata a La vita è sogno in collaborazione con la Foresteria Pertini e Coop21.

17 dicembre, ore 21-23 Evento conclusivo Una città possibile Luogo da definire

Firenze, Musica, Teatro della Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080